Nell'ultimo mese

Incidenti d'auto: è ancora strage sulle strade

  • Scritto da Effe_Pi

Incidenti stradaliIn Sardegna nel 2012 3mila 400 sinistri, che hanno causato 85 morti e oltre 5mila feriti sulle nostre strade.

Ancora troppi incidenti stradali in Sardegna: secondo le statistiche dell’Aci (elaborate in collaborazione con l’Istat), nel 2012 sono stati ben 3mila 415. Del resto, basta consultare la cronaca locale dei nostri quotidiani, ultimamente con i tre incidenti mortali della sera di Halloween, per leggere spesso e volentieri di morti e feriti sulle strade dell’isola, poco sicure e prive di alternative diverse dall’automobile anche per i collegamenti più brevi. In particolare, in Sardegna l’anno scorso i sinistri stradali hanno causato 85 morti e 5mila 189 feriti. Divisi per provincia, il numero maggiore si è avuto in quella di Cagliari, con 1235 incidenti che hanno causato 26 morti e 1786 feriti, seguita da Sassari con 813 incidenti, 13 morti e 1227 feriti.

A Olbia-Tempio si sono avuti 452 sinistri che hanno provocato 9 morti e 713 feriti, mentre a Oristano e provincia se ne sono avuti 285 con 6 morti e 448 feriti; a Nuoro se ne sono avuti 264, con 12 morti e 411 feriti, mentre nel Sulcis 167 con 6 morti e 262 feriti, in Ogliastra 107 con 6 morti e 184 feriti, e infine nel Medio Campidano 92 incidenti con 7 morti e 158 feriti. Un bilancio drammatico, che comunque rispecchia quanto accaduto a livello nazionale: solo a Roma, per fare un esempio, si sono avuti 19mila 595 incidenti che hanno portato 226 morti e 26mila 397 feriti. Proprio le grandi città sembrano essere quelle dove si ha una maggiore incidenza, anche Milano ha avuto oltre 16mila sinistri con 129 morti.

A livello italiano, nel 2012 si sono registrati 186mila 726 incidenti stradali con lesioni a persone. I morti sono stati 3.653, i feriti 264.716. Rispetto al 2011, comunque, c’è una diminuzione del 9,2%, i feriti sono in calo del 9,3% e i morti del 5,4%. Tra il 2001 e il 2012 la riduzione delle vittime della strada è stata pari al 48,5%, con una variazione del numero dei morti da 7.096 a 3.653. Nei 27 paesi dell’Unione Europea, sono morte nel 2012 in incidenti stradali 27mila 724 persone (l’8,8% in meno rispetto al 2011), ovvero 55 persone ogni milione di abitanti. L’Italia ha registrato un valore pari a 60,1, collocandosi al tredicesimo posto nella graduatoria europea, dietro Regno Unito, Spagna, Germania e Francia.

Leggi anche