Nell'ultimo mese

Catalogna al bivio: indipendenza o Spagna?

  • Scritto da Effe_Pi

Catalogna indipendenzaOggi le elezioni del governo autonomo che potrebbero aprire la strada alla dichiarazione di indipendenza, e in Sardegna c'è già chi spera nell'effetto imitativo.

Catalogna al bivio. La regione spagnola da domani potrebbe esserlo meno, a seconda del risultato delle elezioni per il governo autonomo, che vede favoriti gli indipendentisti. Da sempre ostili allo stato centrale, che a Barcellona ricorda il franchismo, i catalani sceglieranno se dare fiducia all’Alleanza per il Sì, che vede uniti i fautori della secessione, guidati dal governatore Artur Mas, o se restare parte della Spagna. In caso di plebiscito per il sì, che candida il celebre allenatore Pep Guardiola, Mas ha fatto sapere che si andrà verso una dichiarazione unilaterale entro il 2017.

La separazione della ricca regione, che conta per il 18,9% della ricchezza spagnola, è considerata incostituzionale dal capo del governo, Mariano Rajoy, che con un messaggio in catalano ha chiesto di rinunciare ai progetti indipendentisti: più possibilista Podemos, l’altro favorito delle prossime elezioni generali. Per il leader Pablo Iglesias è una questione da tribunali e lui propone uno stato plurinazionale. Decisivi i voti dei 195mila catalani all’estero, mentre dall’Italia arriva la voce secessionista del leghista Salvini, che parla di possibile schiaffo a Bruxelles. A favore, ovviamente, anche gli indipendentisti sardi, che sperano Barcellona apra la strada ad altre possibilità di separazione, iniziando a far pensare che è possibile farlo anche da noi. 

Leggi anche