Nell'ultimo mese

Grillo a M5S sardo: non siete pronti ad elezioni

  • Scritto da Effe_Pi

Grillo stampa esteraIl comico spiega il motivo dell'esclusione del movimento dalle regionali in Sardegna: "non si sono messi d'accordo".

A distanza di settimane, Beppe Grillo dà la sua spiegazione sulla mancata presentazione di una lista del Movimento 5 Stelle alle regionali sarde, che ha portato sconcerto e contestazioni nelle fila dei "grillini"; con qualcuno che è arrivato a definirla "la morte del Movimento". Durante la sua conferenza stampa davanti alla Stampa estera, Grillo ha spiegato che in Sardegna aveva detto "o vi mettete d'accordo o non siamo pronti, altrimenti non siete in grado di governare, di ristrutturare quella Regione. Quando sarete pronti, cominciamo. Saltiamo il turno, non mi importa nulla". Il comico ha aggiunto che "la lista avrei potuto farla dall'alto ma invece abbiamo fatto come in Liguria, dove quando si sono messi d'accordo abbiamo fatto la lista".

Grillo ha poi affermato che se M5S non dovesse vincere alle elezioni europee lui lascerà, ha contestato la possibile legge elettorale che potrebbe emergere dal recente accordo Renzi - Berlusconi e ha attaccato la Rai, apostrofando una cronista con la frase "voi dovete stare molto attenti, molto attenti, molto attenti a come fate i servizi in Rai. Ditelo a quel signore lì che è il tuo datore di lavoro. State mistificando la realtà e noi siamo stufi".
E intanto, sulla vicenda sarda è costretta a intervenire la senatrice del M5S Manuela Serra, dopo le notizie di stampa dei giorni scorsi secondo cui il Movimento avrebbe potuto appoggiare Michela Murgia alle prossime elezioni del 16 febbraio. Nessun sostegno, neppure esterno, smentisce Serra, che sulla pagina Facebook "Amici di Beppe Grillo in Sardegna" ribadisce: "faccio presente che non ho notizie diverse da quelle pubblicate sul Blog di Grillo il 12 gennaio, e cioè 'il M5S non appoggerà nelle prossime elezioni nessuna lista locale'. Il blog è fonte ufficiale del Movimento - chiarisce la parlamentare - non lo sono gli 'esponenti' anonimi".

Leggi anche