Cagliari protagonista del mercato ma ancora senza tifosi allo stadio

  • Scritto da Effe_Pi

Non più di 1000 persone per l'esordio casalingo in campionato con la Lazio, col Covid restano i dubbi degli scienziati su una progressiva riapertura degli impianti.

Cagliari calcio grande protagonista di quest'ultima fase del calciomercato, soprattutto con il colpo Diego Godin, esperto difensore uruguagio che va a perpetuare una lunga tradizione di giocatori di questa nazionalità in Sardegna, ma anche con la trattativa in corso per l'esterno olandese Kerk e l'operazione che potrebbe riportare nell'isola Radja Nainggolan, centrocampista idolo dei tifosi rossoblù.

LEGGI ANCHE | Serie A 2020/2021: quali squadre si contenderanno lo scudetto?

Proprio quello dei tifosi resta un tasto dolente in tempi di Coronavirus. Non più tardi di ieri la Uefa ha sperimentato la presenza allo stadio di Budapest di oltre 20mila tifosi per la finale di Supercoppa Europea Bayern Monaco - Siviglia, vinta dai tedeschi, ma in Italia per il momento le regole prevedono un migliaio di persone in presenza per i match ufficiali, e non fa eccezione la Sardegna Arena, dove questi saranno i numeri per l'esordio casalingo di sabato pomeriggio contro la Lazio.

Una situazione che potrebbe durare ancora a lungo, visti anche i numeri dei contagi e dei ricoverati in aumento nell'isola, infatti ci sono dubbi dagli scienziati sulla riapertura degli stadi nelle prossime settimane. Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e membro del Cts ritiene che ci siano 'situazioni dicriticità e di potenziale rischio che non possono essere sottovalutate' e chiede 'molta cautela'. Stessa prudenza richiesta dal viceministro della Salute Sileri: 'Non è pensabile improvvisamente ipotizzare una riapertura degli stadi con 25mila persone, ma si può ipotizzare una progressiva riapertura e con regole che devono essere ferree'.

Foto | Jimmy Baikovicius su Flickr