Le edicole sarde ripartono da un progetto di e-commerce

  • Scritto da Anna Maria Cantarella

Già cento giornalai hanno aderito al progetto Ilico che fa diventare i loro locali dei punti di acquisto online. 

In Sardegna gli acquisti diventano ancora più semplici grazie al progetto Ilico. Si tratta di una piattaforma di e-commerce che permette di unire la comodità degli acquisti online con il piacere di recarsi in edicola sotto casa o vicino al proprio luogo di lavoro. In questo modo anche chi non ha particolare dimestichezza con la tecnologia e gli acquisti sul web potrà andare dal proprio edicolante di fiducia per acquistare i prodotti ordinati su Internet. Grazie alla piattaforma Ilico si potrà andare in edicola e chiedere al proprio edicolante di accompagnarci nell’acquisto dei prodotti preferiti pagandoli alla consegna senza utilizzare i canali di pagamento digitali come carta di credito, Paypal o simili che magari non sono disponibili a tutti.

LEGGI ANCHE| In Sardegna la spesa si fa con un click

Il progetto di Adg sarda (Azienda distribuzione giornali), marchio del gruppo Camponovo che si  occupa da oltre 50 anni di distribuzione in Liguria e Sardegna, prevede un meccanismo semplice: per acquistare basterà recarsi sul sito www.ilico.it oppure utilizzare l'app Ilico (disponibile per Android e Apple), e ritirare i prodotti scelti in un Ilico point. "Non potevamo assistere passivamente alla crisi economica e sociale che le edicole stanno attraversando ormai da anni nel Paese – ha affermato Andrea Camponovo - Certamente, Ilico non potrà essere la sola risposta per arrestare questa situazione di difficoltà ma può fornire un contributo alla salvaguardia di migliaia di posti di lavoro. In tale ottica, non è da escludere che il progetto possa essere replicato in altre regioni italiane".

Sono oltre 100 gli edicolanti che hanno già deciso di aderire al progetto e sulla piattaforma è possibile trovare migliaia di prodotti di tutte le categorie commerciali: cartoleria, cancelleria, oggetti e attrezzature per mare e spiaggia, giocattoli, articoli sportivi e tante altre.

Foto | Luca Biada su Flickr