Influenza: picco terminato, 8 milioni gli italiani colpiti

  • Scritto da Effe_Pi

Con la primavera che è entrata nel vivo, è terminato il periodo di maggiore incidenza dell'influenza e, pertanto, si possono tirare le somme.

Ora che l'attività dei virus influenzali è tornata entro valori considerati normali, dobbiamo dire che la stagione che si è appena conclusa, che ha avuto il suo picco nel mese di Gennaio, è stata particolarmente intensa. Ben 8 milioni di italiani sono stati colpiti da quella che è stata già definita come la stagione più dura, da questo punto di vista, degli ultimi 15 anni.

I numeri sono impressionanti, soprattutto se si pensa che ci sono state 153 vittime dell'influenza. Di questo inverno 2017-2018 ce ne ricorderemo, insomma, soprattutto per questi dati che emergono dal bollettino Influnet, messo a punto dall'Istituto Superiore di Sanità.

Durante tutto il periodo, a essere più colpiti sono stati i bambini sotto i 5 anni, ma anche tantissimi anziani, dai 65 anni in su. È, invece, diminuita l'incidenza nei giovani e questo è un dato positivo. Tuttavia, nonostante questo lieve miglioramento, l'annata è stata devastante, così come lo furono gli inverni 2004-05 e 2009-10.

Ma non sono questi gli unici dati che stupiscono. Infatti, come sottolineato da medici ed esperti del settore, in questa stagione ha predominato il ceppo B del virus dell’influenza. Cosa c'è di strano? Solitamente il ceppo in questione non porta a delle epidemie così a largo spettro e, soprattutto, colpisce quasi esclusivamente i bambini.

 Quest'anno, invece, adulti e anziani non sono stati risparmiati e lo dimostra il fatto che i numeri sono cresciuti a dismisura. Accanto al ceppo in questione, poi, si è propagato anche il virus pandemico AH1N1, che porta non pochi problemi soprattutto quando colpisce gli anziani.

Inoltre, questi batteri risultano essere sempre più forti e resistenti anche agli antibiotici ed è per questo motivo che si è propagato il contagio e, soprattutto, non si è riusciti a controllare il tutto.

A peggiorare la situazione, poi, i continui sbalzi termici che hanno caratterizzato l'inverno appena trascorso: tutto ciò ha reso ancora più facile ammalarsi e contagiare anche le persone vicine. Del resto, 8 milioni di italiani ammalati non sono di certo pochi e il numero fa capire che la situazione è completamente degenerata, anche se ora è tutto finito! Si dovrà attendere il prossimo inverno per cercare di fare un paragone con quello che si è appena concluso anche se, a dire il vero, dei dati come quelli registrati quest'anno saranno difficili da bissare o almeno si spera.

Assieme al numero di ammalati è cresciuto anche quello di chi ha deciso di acquistare farmaci e accessori sanitari online. Tanti sono i siti su cui fare questo tipo di acquisti e, fra tutti, c'è da segnalare Farmacosmo, una realtà di questo settore nota sia per la qualità che per la vasta gamma di prodotti offerti.

Acquistare online i farmaci e tutto quello che serve per fronteggiare l'influenza è comodo, pratico e veloce ed è proprio per questo motivo che è cresciuto il numero degli acquisti fatti in questo modo. Un numero sempre crescente di italiani preferisce comprare online ciò di cui si necessita in caso di emergenza.

Se si ha un attacco influenzale, che rende impossibile muoversi da casa anche solo per andare in farmacia, ordinare i farmaci su un sito affidabile e garantito è la scelta migliore da fare, in modo da ricevere in pochissimo tempo e direttamente al domicilio indicato nel momento dell'acquisto, tutto quello di cui si ha bisogno. Non solo farmaci, però, ma anche accessori come termometri e tutto quello che serve per far fronte a situazioni di questo genere. Un valido aiuto che, quindi, può venire incontro a chi sta male.

Foto | Pixabay