Nell'ultimo mese

Craxi: per lui una piazza a Loceri

  • Scritto da Effe_Pi

CraxiIntitolata nel paese dell'Ogliastra allo storico leader socialista morto ad Hammamet.

Una piazza dedicata a Bettino Craxi, a quasi vent'anni dalla fuga da latitante ad Hammamet del maggio 1994. Gliel'ha intitolata il sindaco di Loceri, Ivo Deiana, dopo una raccolta di circa 100 firme portata avanti dall'ex segretario provinciale del Psi, Gianfranco Lecca. Alla cerimonia per l'inaugurazione della piazza, tra gli altri, hanno partecipato il figlio dello storico leader socialista, Bobo (responsabile esteri del Psi) e il candidato socialista alle primarie sarde del centrosinistra, Simone Atzeni.

Presidente del consiglio dal 1983 al 1987, Craxi ricevette circa venti avvisi da garanzia nell'ambito delle varie inchieste sulla corruzione nel mondo politico legate a "Mani pulite", e il suo espatrio in Tunisia fu causato dal rischio di arresto dopo aver perso l'immunità parlamentare. Craxi è stato però anche un politico che ha molto innovato sia sotto il profilo stilistico che ideologico: la sua rottura pressoché definitiva con marxismo (e col Pci), lo stile decisionista e "autonomo" anche rispetto agli USA, mostrato durante la crisi di Sigonella, ma anche l'apertura al presidenzialismo e alle riforme costituzionali che lo avvicinano a quello che sarebbe stato il centrodestra berlusconiano dalla metà degli anni '90 in poi.

Del resto, è nota la vicinanza dell'inventore del garofano a Silvio Berlusconi: i tentativi di riabilitazione però sono stati molti anche a sinistra, come conferma la scelta di intitolargli una piazza nel paese dell'Ogliastra, presa da un'amministrazione di centrosinistra, e la presenza di uno dei candidati alle primarie che dovrebbero designare l'antagonista del governatore uscente, Ugo Cappellacci, alle elezioni regionali del 2014.

 

Leggi anche