Il governo impugna le modifiche di Solinas al Piano Paesaggistico

  • Scritto da Effe_Pi

Su proposta del Ministro Boccia la decisione ufficiale presa nel Consiglio di ieri sera, ora rischia di saltare la leggina della giunta sarda.

Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Francesco Boccia, ha deliberato di impugnare la legge della Regione Sardegna n. 17 del 24/06/2020, recante "Modifiche alla legge regionale n. 22 del 2019 in materia di proroga di termini", "in quanto l'articolo 1, relativo agli interventi edilizi, eccede dalle competenze statutarie, in violazione dell'articolo 3 dello Statuto speciale della Regione, e invade altresì la potestà legislativa esclusiva dello Stato in materia di tutela del paesaggio, di cui all'articolo 117, secondo comma, lettera s), e all'articolo 9 della Costituzione".

LEGGI ANCHE | Cambia il piano paesaggistico, rischio cemento sulle coste sarde

Lo comunica Palazzo Chigi. Impugnata anche la legge del 13 luglio 2020, recante "Norme di interpretazione autentica del Piano paesaggistico regionale", "in quanto l'articolo 1, riguardante il piano paesaggistico, viola gli articoli 9, 97 e 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione, che riserva alla competenza statale la tutela dell'ambiente e del paesaggio".

Foto | Conan su Flickr