La Sardegna si fa rosa aspettando il Giro d’Italia

  • Scritto da Effe_Pi

Torna dopo dieci anni nell’isola la corsa rosa, con tre tappe tra Alghero, Olbia, Tortolì e Cagliari, a 100 giorni dall’inizio molte le iniziative previste nelle città interessate.

Sono dieci anni che manca dalla Sardegna, ma finalmente il 2017 vedrà il Giro d’Italia di ciclismo tornare nell’isola, con le prime tre tappe della corsa, dal 5 al 7 maggio prossimi. E i sardi si preparano, soprattutto nelle città interessate, come Alghero, Olbia, Tortolì e Cagliari: a 100 giorni dall’inizio della competizione, che tra l’altro potrebbe avere tra i massimi protagonisti il ciclista di San Gavino Fabio Aru, i centri dove si snoderanno le tappe si colorano di rosa, in onore della maglia del vincitore del Giro. La tradizionale corsa è uno degli eventi sportivi più seguiti nel mondo, con 196 Paesi collegati in tv e duecento testate giornalistiche presenti sul territorio. Oltre che da "contatori" cronometrici, il countdown sarà scandito dall'illuminazione rosa di monumenti-simbolo e da attività di animazione territoriale in tutti i comuni interessati, coi quali sarà stipulato un protocollo d'intesa per la gestione degli eventi. Saranno quindi illuminati di rosa la Torre di Sulis ad Alghero, il museo archeologico, la chiesa di San Simplicio e la piazzetta di San Pantaleo a Olbia, il monumento naturale degli scogli rossi a Tortolì, il Palazzo Civico a Cagliari.

Per quanto riguarda gli eventi sportivi, in occasione della final eight di Coppa Italia, a Rimini dal 17 al 19 febbraio, la Dinamo Sassari vestirà una maglia speciale con il nuovo logo studiato dalla Regione e animerà il palazzetto all'insegna del rosa, mentre il Cagliari scenderà in campo con una speciale patch celebrativa sulla maglia in occasione dei tre match disputati durante le tappe sarde della corsa, contro Pescara, Napoli ed Empoli.  Anche la fascia indossata dal capitano rossoblù sarà personalizzata e questo già da domenica prossima per Cagliari-Bologna. Tra aprile e maggio inoltre il club celebrerà l'evento ciclistico con una serie di attività promozionali sui media, sui suoi canali di comunicazione e all'interno dei Cagliari 1920 Store.
Le tappe previste nell’isola si svolgeranno il 5 maggio tra Alghero e Olbia (203 km), il 6 tra Olbia e Tortolì (con due punti che sono Gran premio della montagna, a Nuoro e Genna Silana) e il 7 maggio tra la città ogliastrina e Cagliari, una tappa di 148 chilometri con volata prevista in città.

È la terza volta in 100 anni di storia che il Giro approda in Sardegna: la prima fu nel 1961, con una tappa a circuito svoltasi a Cagliari e vinta da Oreste Magni. La seconda occasione è arrivata solo 30 anni dopo, nel 1991, per la 74° edizione, con tre tappe: il 26 maggio la Olbia-Cagliari che diede l'avvio alla corsa rosa, 193 Km (vincitore il francese Philippe Casado), il 27 maggio con semitappa mattutina Olbia-Sassari di 127 km, vinta da Gianni Bugno, che in quell’occasione guadagnò la maglia rosa, e una minicronometro pomeridiana di appena 7 Km vide il successo del varesino Gianluca Pierobon; infine, il 28 maggio, la classica Sassari-Cagliari (di 231 Km), che  decretò la vittoria in volata del velocista Mario Cipollini. Nella terza e ultima apparizione isolana, nel 2007, in occasione del bicentenario della nascita di Garibaldi il programma prevedeva ancora tre tappe: il 12 maggio la Caprera-La Maddalena, cronometro a squadre di 24 Km che diede l'avvio al Giro, il 13 maggio la Tempio-Bosa, da 203 Km, e infine il 14 maggio la Barumini-Cagliari, di poco inferiore ai 200 chilometri.

Foto: USAG Livorno PAO su Flickr

Leggi anche