Continuità territoriale, Volotea verso le tratte per Roma e Milano

  • Scritto da Effe_Pi

L'assessore regionale ai trasporti rivela che sarà quasi sicuramente la low cost spagnola a gestire i voli, dubbi dai sindacati.

Sarà molto probabilmente Volotea a gestire la continuità aerea da e per la Sardegna nei prossimi 7 mesi. A confermarlo è stato ieri l'assessore regionale ai Trasporti, Giorgio Todde, specificando che la compagnia spagnola "ha presentato un netto ribasso rispetto a Ita. La documentazione che è stata presentata credo che abbia le carte in regola, per far sì che il servizio venga aggiudicato a Volotea". Il vettore iberico curerà le tratte su Roma Fiumicino e Milano Linate. Il seggio di gara per la procedura di emergenza in urgenza è ora al lavoro per valutare tutta la documentazione.

"A prescindere dalla compagnia che eserciterà in continuità territoriale - ha aggiunto Todde - interessa che ci sia un servizio efficiente, chiaro e confortevole per i cittadini sardi, per il diritto alla mobilità". L'assessore ha assicurato che "la commissione di gara sta lavorando a tappe forzate affinché il prima possibile venga aggiudicata la gara alla compagnia vincitrice. Bisogna assolutamente fare in modo che non venga interrotto il pubblico servizio, che dovrà iniziare dal 15 ottobre". Ma In attesa dell'ufficialità dell'assegnazione i sindacati si dicono preoccupati, visti i ribassi d'asta nella procedura negoziata di emergenza messa in piedi dalla Regione.

"Le decisioni sulle rotte da e per la Sardegna non possono basarsi solo su un fattore economico di ribasso ma hanno fondamentale importanza i servizi che verranno erogati dal vettore che si aggiudicherà i collegamenti - afferma il segretario generale della Uil trasporti sarda, William Zonca - non faremo un passo indietro se non verranno garantiti i servizi conquistati in questi anni dai sardi. È inammissibile che questi vengano dispersi per motivi puramente economici. La continuità territoriale aerea deve guardare prima ai servizi e poi ai costi economici". Per il segretario generale della Filt Cgil Sardegna Arnaldo Boeddu, "se verrà confermata l'aggiudicazione a Volotea, l 'essersi fatti sfuggire tali rotte non è un buon inizio per la neonata Ita che nasce zoppa".

Rispetto a Volotea il numero uno della Cgil Trasporti attende di conoscere "non solo le tariffe ma anche le frequenze ed i servizi che la low cost spagnola dovrà garantire così come previsto nel mini bando della durata di sette mesi. I sardi non potranno fare a meno di orari, frequenze e servizi rispettosi dei bisogni dei sardi. Verificheremo nei prossimi giorni se tutto questo la compagnia Volotea sarà in grado di offrirlo oppure se i sardi dovranno iniziare a preparare la carta bollata per inviare eventuali ricorsi". Di certo, chiude Boeddu, non si doveva arrivare sino a questo punto". "A tre giorni dalla scadenza dell'attuale regime la Regione è ancora alle prese con le procedure per il nuovo affidamento, un tempismo che certifica la situazione disastrosa per la quale si attende un'assunzione di responsabilità da parte del presidente della Regione, che aveva assunto la continuità territoriale come priorità e che, invece, l'ha trasformata in un vero fallimento", osserva il segretario regionale Cgil Samuele Piddiu.

Foto | Steve Knight su Flickr