Sardegna aperta a tutti ma app e certificato solo dal 13

  • Scritto da Effe_Pi

I collegamenti per tutti riprendono da oggi ma la App di tracciamento e il modulo di registrazione online per chi arriva da fuori saranno disponibili solo a partire dal 13 giugno, dice la regione.

Da oggi la Sardegna spalanca le porte a viaggiatori e turisti non residenti, ministero e regione si sono infatti accordati - dopo le proteste sui limiti ai collegamenti aerei e navali per sola continuità territoriale, previsti fino al 12 giugno - per una riapertura totale e immediata da oggi, 5 giugno. Peccato che così si rimanga ancora più scoperti sui controlli per evitare l'arrivo sul territorio sardo di nuovi contagi: infatti, non è ancora disponibile sugli store per IoS e Android la app 'Sardegna sicura' di tracciamento dei contatti che chi arriva nell'isola è invitato a scaricare, in base all'ultima ordinanza anti-Covid firmata il 2 giugno scorso dal presidente della Regione Solinas.     

Fino al 12 giugno, inoltre, il modulo per la registrazione, cui i passeggeri sono tenuti per arrivare in Sardegna e che si può scaricare dal sito istituzionale, potrà essere compilato a mano, anche a bordo e consegnato al momento dello sbarco al presidio medico sanitario del porto o aeroporto. Solo dal 13 giugno - fa sapere proprio la Regione - sarà possibile compilare il modulo on line tramite la piattaforma Sus (Sportello unico dei servizi) o attraverso l'applicazione Sardegna Sicura che si potrà scaricare dagli store.

LEGGI ANCHE | Covid-19, 5 isole tra quarantena e passaporto sanitario

La ricevuta dovrà essere presentata assieme al documento d'identità e al titolo di viaggio. "Per i passeggeri che abbiano già richiesto e ottenuto l'autorizzazione secondo le norme previste nelle previgenti ordinanze", precisa la Regione, "questa si intende equipollente alla registrazione". I viaggiatori dovranno sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea e compilare una scheda di ricerca di possibili pregressi infezione o contatto col Covid-19. Per informazioni si può contattare via email l'Ufficio relazioni col pubblico della Regione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Foto | SOZIALHELDEN su Flickr