Spal – Cagliari: i 5 fatti rossoblù

  • Scritto da Effe_Pi

La gara di Ferrara ha visto il ritorno dei cagliaritani al successo esterno, ecco 5 aspetti da non dimenticare per questa ostica ma trionfale trasferta.

Il Cagliari infila la seconda vittoria consecutiva e la prima esterna stagionale, decisivi i gol di Barella e Joao Pedro sul campo della neopromossa Spal, ecco le cinque cose che il buon tifoso rossoblù deve sapere a tutti i costi su questa partita:

1)      Nicolò Barella sempre più in alto: per il 20enne centrocampista rossoblù primo gol in Serie A e riconoscimenti prestigiosi come quello del CT della nazionale italiana, Gian Piero Ventura, che lo ha indicato come esempio del futuro del calcio italiano.

2)      Marco Borriello, il grande ex, annullato sul campo dai difensori cagliaritani, si è sfogato su Instagram nel dopo partita per i tanti insulti ricevuti sui social dai tifosi sardi, scrivendo “insultare me non renderà migliore te”, ma per tanti supporter rossoblù sembra sia stato liberatorio, e la loro ironia continua a colpire il centravanti campano.

3)      Un nuovo idolo dei tifosi rossoblù è il giovane portiere Alessio Cragno, poco impegnato con la Spal ma prontissimo e sicuro quando chiamato in causa. Per lui come già deciso l’anno scorso dai tifosi del Benevento, che ha trascinato alla promozione con le sue parate, il soprannome perfetto è quello di “Uomo Cragno”.

4)      Quella di Ferrara è la prima vittoria esterna della stagione per i rossoblù, e arriva dopo 5 sconfitte consecutive fuori da Cagliari in campionato: l’ultima vittoria fuori casa era stata il 3-1 col Palermo del 2 aprile, l’anno scorso in tutto le vittorie esterne furono solo 3, quest’anno l’inizio sembra più incoraggiante.

LEGGI E ASCOLTA ANCHE | Tutto Cagliari Novas Podcast

5)      Il Cagliari è uscito dal campo per la seconda partita consecutiva con la porta inviolata, nello scorso campionato non era mai successo: l’ultima volta era stata nella terzultima e penultima giornata del campionato di Serie B di due anni fa, con le due vittorie consecutive per 3-0 contro Bari e Salernitana. In Serie A non succedeva addirittura da 5 anni, ovvero dalla stagione 2012/2013, con il pareggio per 0-0 a Catania nella 31esima giornata e il successo casalingo della 32esima contro l’Inter per 2-0, firmato da Pinilla con una doppietta. Le ultime due vittorie consecutive a porta inviolata furono nella stessa stagione, alla settima e ottava giornata, un doppio 1-0 contro il Torino in trasferta (gol di Nené su rigore) e col Bologna in casa (Nainggolan): in quel caso le vittorie furono addirittura tre, visto che si aggiunse quella con la Sampdoria, di nuovo in trasferta (gol di Dessena).

Foto nell'articolo | Via Twitter

Leggi anche