I motori continuano a farsi strada in Sardegna

  • Scritto da Effe_Pi

Anche in Sardegna batte forte la passione per le competizioni sportive su quattro e due ruote, e ci sono importanti novità per chi vuole mettersi alla prova.

Sembrava una missione impossibile, quella di portare le competizioni motoristiche sull'Isola: eppure, prima la realizzazione di un circuito e poi l'inserimento delle tappe sarde nei calendari di gara di autoslalom e rally testimoniano che la sfida è vinta. Anche in Sardegna batte forte la passione per le competizioni sportive su quattro e due ruote, e ci sono importanti novità per chi vuole mettersi alla prova.

Guida esclusiva sul circuito di Mores

Partiamo proprio da quest'ultima, interessante opportunità: in esclusiva nazionale, la società Rse Italia ha infatti confermato l'accordo con la società che gestisce l'autodromo di Mores, mettendo a disposizione i propri servizi per gli appassionati che vogliono guidare una supercar sull'asfalto dell'impianto o regalare questa occasione a un amico o familiare.

Guidare una GT in pista

In dettaglio, sono previste per ora due sessioni di apertura della pista ai piloti amatoriali, la prima nel weekend del 22/23 luglio, l'altra il 28/29 ottobre (ma è stato già annunciato che il calendario si comporrà di ulteriori date): chi ha comprato lo specifico pacchetto sul sito di Rse Italia potrà dunque scendere sul circuito intitolato alla memoria del marchese Franco di Suni al volante di splendide vetture GT targate Ferrari, Lamborghini, Maserati, Porsche e Alfa Romeo.

Lanciarsi a tutta velocità

Un'occasione davvero unica per sentire scorrere l'adrenalina di guidare un'auto da sogno in grado di essere lanciata a oltre 300 chilometri orari - raggiungibili soprattutto nel lungo rettilineo della pista di Mares - e di provare a disegnare al meglio la traiettoria nelle nove curve di cui si compone il tracciato, da percorrere in senso antiorario. Ma anche una buona opportunità per scoprire la bellezza di questo impianto, uno dei più giovani di tutta Italia e unico del suo genere in tutta l'Isola.

La storia del tracciato di Sardegna

L'autodromo è stato infatti inaugurato ufficialmente il 15 marzo 2003, al termine di tre anni di intensi lavori avviati nel luglio del 2000, e proprio di recente si è chiusa una ulteriore fase di restyling della pista: nel mese di maggio, infatti, l'impianto di Mores ha interrotto le attività per consentire alcuni interventi di ammodernamento della struttura, a cominciare dal rifacimento dei 1.650 metri della pista principale.

Conclusi i lavori di restyling

Come dichiarato da Omar Magliona, titolare dell'autodromo, si è trattato di una operazione "cruciale per continuare a sviluppare l'impianto costruito 15 anni fa e che oggi ospita numerose iniziative di varia natura e ampio respiro", e per consentire alla pista sarda di continuare a essere all'avanguardia nell'intero panorama nazionale.

Il calendario di gare in Sardegna

Chi invece preferisce restare a osservare dall'esterno, senza i brividi della guida, non ha che da guardare al ricco calendario di gare e competizioni che si svolgono in Sardegna nel settore motori: il momento più atteso, in realtà, è appena passato, con l'ormai tradizionale tappa del Rally Italia Sardegna, gara che ha saputo con il tempo conquistare uno spazio solido all’interno del calendario del Campionato del Mondo Rally. Oggi, dopo l'iniziale scetticismo con cui era stata accolta, la corsa sarda è invece considerata una delle migliori a livello mondiale, grazie a un'organizzazione precisa e alla bellezza delle strade sterrate regionali.

Le gare di rally e autoslalom

I prossimi appuntamenti delle gare di motori in Sardegna, poi, strizzano l'occhio ancora al mondo rally, con la terza edizione del Rally Isola Sardegna-Vino Cannonau, e soprattutto alla disciplina dell'autoslalom, la competizione di destrezza e abilità al volante che offre ben tre momenti nel mese di luglio, con organizzazioni a Thiesi, Sorso e soprattutto Osilo, dove questa kermesse è arrivata alla diciassettesima edizione.

Leggi anche