Il Calcio è morto a Superga col grande Torino

  • Scritto da Manuel Muscas

Un ricordo della mitica squadra granata finita tragicamente con lo schianto a Superga del 1949, da chi apprese quella notizia dalla radio all'epoca.

La radio gracchia parole incomprensibili, il dolore è tanto, troppo e nemmeno il giornalista riesce a pronunciare quelle parole; dalla sua bocca esce solamente una frase dura ma chiara: IL CALCIO è MORTO! IL CALCIO è MORTO  e lo ripete più volte come a convincersi che nulla ci sarà di più bello del Grande Torino, ma tutto questo lo capirò dopo.
Sposto l'antenna della radio, voglio capire bene quello che è accaduto, la guerra è finita da quattro anni appena e ogni volta che qualcuno parla di morte ho le lacrime agli occhi.

LEGGI ANCHE | Diluvio di pioggia e gol sul Cagliari: è 5-1 per il Toro

Il giornalista parla di Superga, si ci sono stato su quella collina e ho pregato il mio Dio in quella Basilica meravigliosa, non capisco bene il collegamento con quella frase IL CALCIO è MORTO e cerco altre stazioni radio che possano sostenere la mia curiosità e darmi una mano a raccogliere informazioni. Amo il calcio e quella frase così dura e chiara mi ha colpito. Shhhh FATE SILENZIO!! ho trovato un Radiogiornale e tutto mi è più chiaro " Oggi 4 maggio 1949, ore 17.03 il trimotore Fiat 212 marche I-Elce dell' Avio Linee Italiane si è schiantato sul colle di Superga, a bordo vi era l' intera squadra del Torino, detentrice da cinque anni dello scudetto italiano, nessun superstite tra calciatori, accompagnatori e dirigenti".

Spengo la radio.

IL CALCIO è MORTO!

Foto | Federico Feroldi su Flickr

 

 

Leggi anche