Nell'ultimo mese

Dalla Sardegna al Vaticano l’ulivo per la Domenica delle Palme

  • Scritto da Effe_Pi

Arriveranno dall’isola venti quintali di ramoscelli da distribuire in Piazza San Pietro durante l’importante ricorrenza di inizio aprile.

La Sardegna in piazza, per la Domenica delle palme, a Piazza San Pietro con Papa Francesco. Ci sarà un pezzo importante dell’isola, al Vaticano, nell’importante ricorrenza che anticipa le celebrazioni di Pasqua, con venti quintali di ramoscelli d’ulivo, che sono pronti ad essere raccolti in occasione delle potature stagionali e che verranno imbarcati i primi di aprile, direzione Roma, per l'omaggio che la Sardegna farà ai 120mila fedeli che assisteranno alla messa officiata dal pontefice. Gli ulivi verranno consegnati tra mercoledì 5 aprile e giovedì 6, direttamente al responsabile dei giardini Vaticani, che riceveranno negli stessi giorni anche le palme di San Remo.

L'iniziativa, che vedrà protagoniste le 27 Città dell'olio della Sardegna, è stata presentata questa mattina nella sede della Regione di viale Trento a Cagliari, dagli assessori all'Agricoltura ed Enti locali, Pier Luigi Caria e Cristiano Erriu. Presenti anche il vice presidente nazionale delle Città dell'olio Valentino Carta, assessore nel Comune di Oliena, il coordinatore regionale dell'associazione sarda Elio Sundas, sindaco di Santadi, il direttore dell'ufficio per le comunicazioni sociali della Diocesi di Cagliari, don Giulio Madeddu, e i sindaci di Alghero ed Escolca, due delle 27 Città dell'olio sarde, Mario Bruno ed Eugenio Lai.
"Si tratta di un riconoscimento molto importante, tanti amministratori sardi saranno ambasciatori delle nostre traduzioni e porteranno in piazza San Pietro un pezzo di storia agricola della nostra terra- ha sottolineato Caria durate l'incontro con i giornalisti- Quello dell'olio è un settore importantissimo e strategico per la nostra Regione, tocca moltissimi comuni e ha grandi margini di crescita".

Foto | Dimitris Iliopoulos su Flickr

Leggi anche