Nell'ultimo mese

Olio d’oliva: l’extravergine di Oliena vince due premi

  • Scritto da Effe_Pi

Lo scorso weekend a Perugia importanti riconoscimenti al prodotto dell'azienda Callicarpo del paese barbaricino, nel corso della  XXIV edizione dell’Ercole Olivario, concorso per le eccellenze olivicole.

L’olio d’oliva è una delle tante eccellenze sarde che non sempre vengono riconosciute fuori dall’isola, dove spesso passa in secondo piano rispetto ai prodotti di altre regioni più “famose” per il loro prodotto. Non è successo così lo scorso weekend a Perugia, dove sono stati proclamati i vincitori della XXIV edizione dell’Ercole Olivario, prestigioso concorso dedicato alle eccellenze olivicole italiane, indetto dall’Unione Italiana delle Camere di Commercio, con la collaborazione delle associazioni dei produttori olivicoli, degli enti e delle istituzioni impegnate nella valorizzazione dell’olio di qualità italiano. La Sardegna si è aggiudicata due premi, entrambi grazie all’azienda agricola “Callicarpodi Luisella Cogoni di Oliena, giovanissima imprenditrice che vanta una produzione eccellente. L’olio Callicarpo, ottenuto da olive provenienti dall’oliva Bosana e Nera di Oliena, varietà autoctone del territorio, è il Primo classificato nella categoria Olio extravergine di oliva fruttato intenso. All’azienda “Callicarpo” è stato anche attribuito il Premio “Il Coraggio di fare Nuove Imprese Agricole”, riservato alle aziende finaliste avviate nell’ultimo quinquennio.

Questi due riconoscimenti ben riassumono gli sforzi che la Camera di commercio di Nuoro ha intrapreso negli ultimi anni per incoraggiare e contribuire all’avvio di start up in tutti i settori, sostenendo gli “imprenditori di domani”, e innalzando la qualità dei prodotti locali, come l’olio extravergine, indirizzando i produttori verso percorsi sempre più virtuosi ed aiutando le imprese a entrare nei mercati di qualità. Promuovere l’eccellenza dell’olio extravergine d’oliva 100% sardo in Italia e all’estero è una delle azioni da intraprendere per valorizzare non solo le nostre tavole ma tutto il territorio. I numeri della XXIV edizione: 249 gli oli partecipanti, provenienti da 17 regioni della Penisola. 100 i finalisti, di cui 51 a denominazione d’origine (DOP e IGP) e 49 Extra; tra questi ben 30 biologici. E non è stato facile il compito svolto durante la fase finale della competizione dai 16 degustatori, eminenti esperti del settore, facenti parte della Giuria Nazionale, che hanno esaminato i “campioni” selezionati dalle 17 Commissioni Regionali. Elevatissimo è risultato infatti lo standard qualitativo di questa edizione, che ha visto dunque l’extravergine italiano riscattarsi dopo un’annata, quella 2014-2015, decisamente sfortunata.

Leggi anche