Nell'ultimo mese

Il giorno più lungo dei lavoratori Meridiana

  • Scritto da Effe_Pi

Esuberi MeridianaA Roma per l'incontro al Ministero e sulla torre di Olbia, poi la notizia: gli esuberi previsti sono 268 meno di quanto detto.

La giornata più lunga, per i lavoratori di Meridiana, quella dell’incontro in questo venerdì 17 al Ministero del Lavoro, arrivata dopo una notte di protesta sulla torre dell’aeroporto di Olbia e una manifestazione con centinaia di dipendenti della compagnia sarda a rischio licenziamento, dopo gli annunci dell’azienda nelle scorse settimane. Le "magliette rosse" degli esuberi hanno invaso la Capitale "per pretendere un diritto espropriato da un management incapace". E mentre i sindacati e i rappresentanti delle Regioni coinvolte nella vertenza incontrano i ministri del Lavoro, Giuliano Poletti, e dei Trasporti, Maurizio Lupi, è proseguita la manifestazione dei due dipendenti Meridiana che hanno trascorso la seconda notte a 35 metri d'altezza, sopra una torre della luce nel parcheggio del Costa Smeralda.

La piccola “buona” notizia venuta fuori dal vertice è che il vettore ha proposto una riduzione dei 1634 dipendenti considerati in esubero per un totale di 268 lavoratori, riducendo l'eccedenza di  personale a quota 1366. L’azienda avrebbe proposto di ridurre gli esuberi di 268 unità: 90 sono infatti in età pensionabile e altri 178 dovrebbero rimanere nel gruppo. In particolare, di questi 178, 37 sarebbero assunti a tempo determinato in Air Italy. L'azienda avrebbe poi chiesto al governo il rinnovo  dei contributi per la continuità territoriale in esclusiva per le rotte che collegano Cagliari e Olbia con Bologna, Torino, Napoli e Verona, senza concorrenti.

Intanto il pilota Andrea Mascia, uno di quelli che si trovano sulla torre ad Olbia, afferma che "abbiamo viveri a sufficienza per 15 giorni". Non tendono a placcarsi comunque le polemiche, da una parte i lavoratori in una nota accusano il presidente Matteo Renzi di non aver mai "speso una parola sulla vertenza Meridiana", e sollecitano gli attori coinvolti affinché "il lavoro torni a coloro a cui è stato sottratto", perché "senza l'operazione Air Italy, spalleggiata da ammortizzatori sociali con cui si sono parcheggiati i veri Meridiana, adesso questa vertenza non esisterebbe".

 

 

Leggi anche