30 beni di proprietà dello Stato tornano alla Regione Sardegna

  • Scritto da Anna Maria Cantarella

Si tratta di beni di interesse storico-artistico che passano al patrimonio regionale


Immobili, fari, ex caserme, castelli e palazzi storici. Per la prima volta dal 2006, cioè da quando è stata istituita la commissione paritetica Stato-Regione per il trasferimento dei beni storico-artistici, è stato sottoscritto un elenco che contiene i primi 30 immobili e beni culturali di interesse storico-artistico di proprietà dello Stato che passano al patrimonio della Regione Sardegna. È quanto sottolinea l’assessore degli Enti Locali Cristiano Erriu, che precisa anche che oltre all’elenco degli immobili da trasferire in applicazione, è stata individuata anche una norma e un “generale principio di leale collaborazione tra le due Amministrazioni”.

L’assessore Erriu precisa che “la firma di questi elenchi ha istituzionalizzato una modalità operativa da parte della Commissione paritetica, la quale da oggi in poi potrà procedere più spedita nel trasferimento di ulteriori beni identitari di particolare pregio, quali i siti archeologici".

LEGGI ANCHE| Capo Spartivento diventa Area Marina Protetta

Erriu continua specificando che tra gli immobili adesso divenuti patrimonio della Regione si trovano anche alcuni beni di grande rilievo storico, artistico e culturale: “Alcuni beni sono già in uso ad Enti e a privati, gli altri saranno trasferiti ai Comuni, ovvero concessi in uso con procedure di valorizzazione che consentiranno di creare nuove opportunità di lavoro e sviluppo per il territorio. La maggior parte dei beni ha una naturale destinazione ambientale o turistica, e su questo versante la Regione intende muoversi".

Nella lista dei beni statali che ritornano alla Regione Sardegna, figurano anche il faro, l’ex semaforo e l’alloggio semaforisti di Capo Spartivento, il faro dell’isola di Cavoli e poi il palazzo baronale di Sorso che oggi  è attuale sede del Comune, la Grotta Marcello di Cagliari, il Castello Malaspina di Bosa, la Torre di Capo Falcone a Stintino, l'ex Reggia caserma della Guardia di Finanza di corso Umberto a Olbia e tanti altri.

FOTO| Josef Grunig via Flickr