Scoppia la rivolta, pastori sardi in strada

Gli allevatori e agricoltori su iniziativa della Coldiretti si sono riuniti in oltre 1500 coi mezzi agricoli ad Abbasanta, per protestare contro i danni dalla siccità.

Scoppia in Sardegna la prima protesta di pastori e agricoltori in ginocchio per la siccità che sono costretti a lasciare le campagne con i trattori per invadere le strade della regione. L'iniziativa è della Coldiretti che ha mobilitato 1500 agricoltori e pastori esasperati da una situazione insostenibile. Sono partiti da Ottana, Borone e Bivio Paulilatino Nord per convergere con mezzi agricoli ad Abbasanta, all'altezza del 120° km della SS 131 Carlo Felice.

Leggi anche