Focolaio tra baristi sardi dopo un viaggio in Veneto

Dopo i pellegrini di Medjugorie una ventina tra ristoratori e gestori di bar si sono contagiati, erano tutti vaccinati. 

Venti contagiati e un decesso al rientro da un viaggio organizzato a cui hanno partecipato una ventina di ristoratori e baristi sardi in Veneto. Al rientro, nonostante fossero tutti vaccinati, dopo una settimana tra relax, cultura ed enogastronomia, a chiusura della stagione estiva e per ricaricarsi in vista del Natale, è esploso il nuovo focolaio di Covid.

La speranza di tornare alla normalità si è dunque ben presto infranta sulla realtà: tutti contagiati e una vittima, il cui decesso è però legato anche a patologie pregresse. In totale, il gruppo era formato da 28 persone: 19 di Santa Teresa Gallura, 3 di Olbia, 2 di Sassari e 4 del cagliaritano. E' partito immediatamente il tracciamento dei contatti. È il secondo caso in pochi giorni in Sardegna, dove un viaggio a Medjugorie si è trasformato in un cluster con oltre 100 positivi, quasi tutti non vaccinati, 5 in terapia intensiva in gravi condizioni, fra cui un medico no vax.