Il comune di Cagliari offre tamponi gratis anche ai No Vax

Fino al 31 dicembre tutti i giorni al punto della stazione FS, Truzzu parla di soggetti fragili ma il Green Pass è per tutti.

C'è una clamorosa novità nella partita sarda sul Green Pass e le divisioni che suscita. Il comune di Cagliari, guidato dal sindaco di Fratelli d'Italia, Paolo Truzzu, ha deciso "nel segno della sicurezza sanitaria" di continuare a sostenere il punto tamponi COVID-19 alla Stazione FS di piazza Matteotti. L'idea, dice una nota del comune, è quella di “offrire un servizio completamente gratuito e l'opportunità a tutti coloro che per motivi di salute o per scelta non fanno il vaccino, di ottenere il green pass ormai richiesto per lavoro e moltissime altre attività”.

Il punto resterà aperto sino al 31 dicembre 2021 nelle giornate di lunedì, martedì, giovedì e sabato dalle 9 alle 14, mercoledì e venerdì dalle 14 alle 19 (domenica chiuso). Nato in collaborazione con Croce Rossa Italiana, Ats e RFI – Gruppo Ferrovie dello Stato che ha messo a disposizione gli spazi, il Punto risponde - prosegue la nota - "alle esigenze di tutti i cittadini, anche non residenti che si recano a Cagliari per lavoro, studio, visite mediche o anche semplicemente per turismo". Soprattutto, incontra le necessità di “soggetti fragili che magari oggi non sono nelle condizioni di poter fare il vaccino e vogliono portare avanti la loro vita sociale”, ha spiegato il primo cittadino Truzzu.

“Pensiamo ai giovani sportivi che non possono vaccinarsi – ha aggiunto Truzzu - e che si allenano tre volte settimanalmente. Per i tamponi occorre pagare circa 100 euro al mese”. Il rischio è dunque quello di “escludere una serie di soggetti dalle attività sociali”. Con l'obiettivo primario di “contenere l'ulteriore diffusione del Coronavirus, e salvaguardare la salute dei cittadini”, ha detto l'assessore Andrea Floris responsabile della Protezione Civile, tramite l'Azienda ATS del SSR il Comune di Cagliari garantirà perciò sino alla fine dell'anno la fornitura dei kit per l'effettuazione dei tamponi rapidi antigenici alla Croce Rossa Italiana. Il green pass "sarà rilasciato a chi ne farà richiesta entro circa un'ora dal tampone. Arriverà direttamente sul telefonino dell'interessato“, ha specificato Fernanda Loche. Per il risultato del tampone certificato dal medico basteranno invece una quindicina di minuti. Come sempre, per fare il test occorre registrarsi compilando in loco la modulistica messa a disposizione dalla CRI almeno 30 minuti prima dell'orario di chiusura del Punto tamponi. “Non possono farlo le persone sintomatiche”. L'invito da parte del sindaco Truzzu resta "sempre e comunque quello di vaccinarsi", conclude il comunicato.

Foto | Christof Timmermann su Flickr