Malattie rare: aggiornata la rete sarda

Una delibera della giunta regionale ha individuato i Centri di riferimento per ognuna delle patologie poco frequenti presenti nell’isola.

Aggiornata la rete delle malattie rare in Sardegna: cuna delibera della Giunta regionale ha individuato i Centri di riferimento per patologia. Con l'adeguamento dei Centri, viene confermato il ruolo dell'Ospedale per le Microcitemie "Antonio Cao" di Cagliari quale Centro di riferimento regionale per le malattie rare, il ruolo di supporto alle attività dei Crp, con funzioni prevalentemente di consulenza genetica e ausilio diagnostico specialistico alle strutture di Genetica Medica del Binaghi (Ats), del Centro Screening del Microcitemico e Laboratorio di Genetica e Genomica della Azienda Brotzu, del Servizio di Genetica Clinica della AOU di Sassari.

"Con la proposta di ridefinizione della rete ospedaliera, oggi al vaglio del Consiglio regionale - spiega l'assessore della Sanita, Luigi Arru, - prevediamo un sistema a rete (basato sul modello assistenziale cosiddetto "Hub e Spoke") progettato in modo tale che i centri che si occupano di una determinata malattia siano collegati tra di loro per offrire ai cittadini tutte le risposte di cui necessitano. I centri Hub (quelli piu completi e specializzati) e Spoke (quelli periferici destinati all'accoglienza, alle cure di base e di primo livello) devono offrire un'assistenza omogenea su tutto il territorio regionale".

Leggi anche