Annullato concerto della pace a Betlemme, l’annuncio di Castelsardo

Il comune di Castelsardo ha annunciato che il concerto della pace che si doveva tenere a Gerusalemme il 16 dicembre, è stato annullato. E la colpa sarebbe, niente di meno, che di Trump. Ecco per quale motivo.

Dopo 16 anni la tradizione viene veno per via delle condizioni di sicurezza di Gerusalemme e Betlemme. A irrigidire i rapporti mai distesi tra Israele e Palestina, hanno contribuito le parole di Trump. Resta il fatto che il comune di Castelsardo, adesso non potrà realizzare il 16 dicembre questo tradizionale concerto e non ci sarà la mondovisione del 25 dicembre. 

LEGGI ANCHE | Un Natale sempre più social per 7 sardi su 10

Il sindaco di Castelsardo affida ai social il suo pensiero: “Non ci sono le condizioni di sicurezza e abbiamo dovuto prendere questa decisione - spiega all'ANSA il primo cittadino - avevamo tutto pronto per sabato 16, ma dopo lo stop ai mercatini che avrebbero dovuto ospitare gli stand, anche del Comune di Castelsardo accanto a quelli di Lourdes, New York, Colonia e molti altri, abbiamo capito che non c'erano le condizioni per organizzarlo, dopo un periodo ininterrotto dal 2001 al 2015. E dire che sarebbe stato trasmesso in 32 Stati in mondovisione.” 

Tutto è precipitato dopo l’annuncio di Trump di riconoscere Gerusalemme capitale dello Stato di Israele. Sarà un Natale di sangue? Sarà l’inizio della terza intifada? Cuccureddu non ha mancato di far arrivare il suo messaggio di solidarietà al sindaco di Betlemme: “Non andremo a Betlemme e Gerusalemme questo dicembre, rompendo una consolidata consuetudine, ma al sindaco Salman, agli amici betlemiti e a tutti coloro che sono attivamente e sinceramente impegnati per la costruzione di un processo di pace va la nostra solidarietà e l'impegno a tornare presto per proseguire i progetti comuni, momentaneamente interrotti”.

Foto | Pixabay