Catalogna: la polizia spagnola è sul traghetto di Titti e Silvestro

Dei 6mila poliziotti inviati a Barcellona dal governo Rajoy in vista del referendum indipendentista del primo ottobre, una parte è alloggiata sulla Moby Dada, nave decorata coi Looney Tunes.

Nonostante la tensione su referendum e richieste di indipendenza, in Catalogna si riesce ancora a ridere e fare ironia: oggi ad esserne vittima è la polizia nazionale spagnola, schierata in forze con 6mila agenti a Barcellona, in previsione della consultazione del primo ottobre, che però sono ospitati anche sul traghetto Moby Dada, della compagnia “della balena” ben nota a tutti i viaggiatori sardi. L’imbarcazione, una delle tre che ospita i tutori dell’ordine che “controlleranno” la città nei prossimi giorni, ha la particolarità di essere decorata con personaggi dei cartoni animati “Looney Tunes”, come il canarino Titti e il gatto Silvestro.

LEGGI ANCHE | Indipendenza: Catalogna apre delegazione a Roma

La circostanza ha scatenato l’ironia dei catalani sui social, con battute tipo “mi è sembrato di vedere un bell’indipendentista” (invece del gatto che vede normalmente Titti), articoli su tutte le principali testate spagnole e una protesta del Sindacato di Polizia, secondo il quale gli agenti non sarebbero ospitati in condizioni adeguate, considerato anche che alcune organizzazioni dei marittimi si rifiutano di lavorare sulle barche dei poliziotti.
Tra i video diventati virali in queste ore concitate c’è quello che un poliziotto ha girato nella sua cabina, lamentandosi dello spazio e delle condizioni, e quello dal titolo “Hitler scopre la nave dei Looney Tunes”, col dittatore nazista che impazzisce dopo aver avuto notizia della sistemazione offerta alla Polizia spagnola.

Ecco due dei Tweet ironici pubblicati sul web:

Proprio la Moby Dada è uno dei traghetti che hanno fatto parte della campagna lanciata dalla compagnia di navigazione nell’estate 2016, con lo slogan “In Sardegna con Titti, Silvestro e gli altri leggendari Looney Tunes a bordo delle navi Moby”, e un comunicato stampa secondo cui “per la gioia di grandi e piccini” le navi da e per l’isola nella stagione turistica si sarebbero trasformate “in un divertente parco giochi galleggiante”. Imbarcazioni adatte a bambini e famiglie, quindi, un po’ meno ad ospitare i tutori dell’ordine in una situazione tesa come quella catalana, dove pochi giorni fa sono stati arrestati 14 esponenti del governo locale. La domanda che ora tutti si fanno, in Catalogna ma anche nel resto della Spagna è: ma il governo del Partido Popular (la destra post franchista) sapeva che i “suoi” poliziotti mandati a difendere l’integrità dello stato sarebbero stati alloggiati sulla barca di Titti e Silvestro?

Foto | via Twitter

 

Leggi anche