Nell'ultimo mese

Afghanistan, nuove regole d’ingaggio

I soldati americani avranno più spazio di manovra nell’assistere le forze armate afgane pur rimanendo fedeli al trattato di sicurezza bilaterale del 2014.

Da Internazionale

Il 10 giugno l’amministrazione Obama ha annunciato alcuni cambiamenti nelle regole d’ingaggio delle truppe statunitensi in Afghanistan.

In particolare i soldati americani avranno più spazio di manovra nell’assistere le forze armate afgane pur rimanendo fedeli al trattato di sicurezza bilaterale del 2014. L’accordo limitava il ruolo dei militari statunitensi a quello di addestratori e consiglieri e sanciva la ine della missione di combattimento di Washington.

“La decisione di estendere la capacità d’azione delle truppe non è arrivata a sorpresa”, commenta Ankit Panda su The Diplomat. “Nell’ultimo anno l’avanzata dei taliban in tutto il paese è stata costante e la caduta di Kunduz è stata un campanello d’allarme. Non è ancora chiaro in che modo la missione statunitense sarà allargata.

Secondo quanto riferito alla Reuters da un ufficiale della difesa di Washington, gli Stati Uniti potranno usare forze aeree aggiuntive e fornire supporto aereo ravvicinato ‘nei casi in cui il loro coinvolgimento faciliti effetti strategici sul campo di battaglia’.

Ma non era già così? Nonostante l’accordo del 2014 gli americani hanno potuto compiere attacchi strategicamente signiicativi come quello di Kunduz. E, certo, senza la possibilità di fornire supporto aereo l’attacco atroce all’ospedale di Medici senza frontiere non ci sarebbe stato”.

Foto: Pixabay | CC0 Public Domain

Leggi anche