Nell'ultimo mese

Sardegna: Arriva la continuità su tratte minori

  • Scritto da Effe_Pi

Continuità SardegnaIl nuovo decreto copre le tratte verso Bologna, Torino, Napoli e Verona, si pagheranno 57 euro a viaggio.

Arriva finalmente la continuità territoriale aerea dalla Sardegna alle destinazioni “minori”: si fa per dire, minori, visto che riguarda città come Bologna, Torino, Napoli, Verona. Il provvedimento, firmato ieri dal Ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, prevede l'imposizione degli oneri di servizio pubblico su queste tratte, per cui il costo dei biglietti sarà per tutti i passeggeri di 57 euro a tratta, tranne che per quella da Olbia a Bologna che costerà 50 euro. Le altre tratte sono da Alghero al capoluogo emiliano e Torino, da Cagliari a Bologna, Napoli, Torino e Verona, da Olbia oltre che per Bologna si parte verso Verona.

L'art. 4 del decreto prevede che i vettori che intendono operare senza corrispettivo finanziario debbano presentare alla Regione, per ogni singola rotta, l'accettazione dell'intero servizio. In caso non pervenga alcuna accettazione, il diritto a operare in ciascuna delle singole rotte "potra' essere concesso in esclusiva ad un unico vettore, per un periodo di quattro anni, tramite gare pubbliche. Gli oneri di servizio - sempre secondo quanto previsto dal decreto del ministro - diventano obbligatori dal prossimo 26 ottobre.

Entro tale data, dunque, dovranno essere espletate tutte le procedure per l'affidamento della rotte. Le risorse disponibili per la definizione del nuovo regime di continuità aerea per le rotte minori ammontano a 13 milioni 650 mila euro. Una conquista che è sicuramente fondamentale non solo per aumentare le possibilità dei sardi di viaggiare in Italia, ma anche per quanto riguarda lavoro e affari, per cui sia chi arriva nell’isola per questioni di business sia chi parte per il resto dal paese potrà farlo più facilmente e senza spese eccessive.

Leggi anche