Un allevamento di salmoni per rilanciare Ottana

  • Scritto da Effe_Pi

Investimento da 144 milioni di euro annunciato dall’assessora regionale all’industria, c’è anche la proposta di un’azienda che si occupa di riutilizzo pneumatici.

Un allevamento intensivo di salmoni, con un investimento di 144 milioni di euro, nel centro della Sardegna: è il progetto di uno dei due possibili investitori interessati a rilanciare l'area industriale di Ottana, nel Nuorese, ora al vaglio di Mise e Invitalia. L'altra proposta arriva da un'azienda che si occupa del riutilizzo degli pneumatici, per un investimento tra i due e i tre milioni di euro.

LEGGI ANCHE | Solare: l'impianto di Ottana modello da esportare

Ne ha riferito l'assessora dell'Industria Maria Grazia Piras durante un'audizione davanti alla Commissione d'inchiesta del Consiglio regionale sulle vicende relative alle politiche industriali dell'area di Ottana. La Regione ha presentato istanza al Mise per il riconoscimento di Ottana come Area di crisi complessa. Se la richiesta verrà accolta sarà stabilito l'importo necessario per il rilancio dell'area.  

Piras ha, poi, illustrato il risultato dei lavori infrastrutturali e di bonifica realizzati nell'area Invitalia, grazie all'Accordo di programma "per la reindustrializzazione e la competitività dell'area di crisi che ricomprende i siti industriali di Ottana, Bolotana e Noragugume del 12 ottobre 2007", approvato dal Mise nel 2010 per una spesa complessiva di 10 milioni di euro. In particolare gli interventi hanno riguardato reti antincendio, banda larga, impianti elettrici, reti di illuminazione, videosorveglianza, istallazione campionatori automatici, completamento della fogna chimica, caratterizzazione dell'area.  Entro fine luglio saranno collegate due cabine elettriche alla rete Enel, mentre un'altra serie di interventi legati a bonifica e smaltimento dei rifiuti solidi urbani sarà conclusa a gennaio 2019, con l'obiettivo di rendere appetibile l'area per nuovi insediamenti produttivi.

Foto | Andrew E. Russell su Flickr