Salute: Dorgali e tutta la Sardegna ai vertici per le donazioni

  • Scritto da Effe_Pi

L'isola è una terra molto generosa per quanto riguarda il consento e le donazioni degli organi e al primo posto d'Italia tra i comuni più virtuosi c'è quello tra Supramonte e Golfo di Orosei.

La Sardegna si posiziona ai primi posti nella classifica nazionale del consenso e delle donazioni di organi, grazie soprattutto agli apporti arrivati in questi anni dalle rianimazioni degli ospedali civili San Francesco di Nuoro e Santissima Annunziata di Sassari. Nel consenso alle donazioni, al primo posto nazionale assoluto, tra i centri sino a 15mila abitanti, si classifica Dorgali. Tra i fautori del successo l'associazione dei trapiantati di fegato, che aderisce all'Aitf nazionale.

LEGGI ANCHE | Donazione d'organi: a Sassari si sceglie con la carta d'identità

Il presidente Luigi Bellu, anche lui qualche anno fa operato per l'impianto di un nuovo fegato: "I dati sono del Centro nazionale trapianti. Ho ricevuto da poco la comunicazione e insieme le congratulazioni di uno dei dirigenti". I trapianti vengono fatti tutti all'ospedale 'Brotzu', a Cagliari, nel centro diretto dal professor Fausto Zamboni. L'ultimo sei giorni fa, su una mamma cinquantenne. Trascorsa la fase più critica dall'intervento, i medici l'hanno messa in contatto con i familiari via Skype.

Mentre dagli ospedali civili di Nuoro e Sassari sono arrivati la maggior parte delle donazioni, secondo quanto spiega Bellu: "Le due rianimazioni hanno lavorato molto bene, tanto da risultare appunto tra i centri con più espianti a livello nazionale. Lo stesso discorso vale per il consenso alle donazioni. Il San Francesco si è però dovuto fermare negli ultimi due mesi, perché l'ospedale è stato dichiarato centro Covid". 

Foto | Ted Drake su Flickr