Nell'ultimo mese

Comunali 2014: Matteo Santoni - Castelsardo

  • Scritto da Effe_E

Matteo Santoni - Castelsardo1) Saprebbe individuare (uno o più) problemi principali del suo comune e offrire brevemente alcune soluzioni per risolverli?

La problematica più sentita in questo momento condivisa, ahinoi, da tutti i comuni è senza dubbio l’emergenza lavoro, problematica che si trascina dietro tutta una serie di difficoltà a livello socio-assistenziale, che i comuni, a stento riescono a superare o, quantomeno, a limitare.

In un comune costiero come il nostro, dove la stagionalità, a sua volta, influisce sull’occupazione, la sfida che ci poniamo è quella di ampliare il più possibile la stagione turistica puntando sulle peculiarità del nostro territorio, diversificando l’offerta e incentivando la crescita della professionalità e della cultura dell’accoglienza.

Un’altra problematica che si ripercuote sull’efficienza dell’ente è la carenza cronica di personale acuita dalle norme sulla riduzione della spesa che non tengono conto delle specificità.

2) La politica oggi è impopolare ma i sindaci sono gli amministratori più vicini al cittadino: come pensa possano contribuire a far recuperare fiducia nelle istituzioni?

I sindaci possono ormai essere paragonati a soldati in trincea che affrontano una guerra, sotto generali comandanti che dettano regole e leggi inadeguate quando non addirittura opportuniste, perdendo il fine ultimo a cui devono mirare e quindi al bene comune.

I sindaci, in questa situazione, sono equipaggiati solo con l’elmetto e non potranno resistere ancora a lungo se non riceveranno gli strumenti e le risorse necessarie per cominciare a dare delle risposte concrete; probabilmente rimarranno popolari, ma comunque disarmati e perdenti, nella battaglia contro l’antipolitica.

3) Quali sono i temi programmatici fondamentali su cui punterà per sconfiggere i suoi avversari alle prossime elezioni?

Avendo una storia amministrativa comune con il mio avversario ed avendo condiviso le linee programmatiche per ben 13 anni, la contrapposizione politica sarà principalmente sui principi e sul metodo.

L’esperienza amministrava maturata in questi anni ci ha portato ad essere sempre più convinti che Castelsardo non ha bisogno di una politica di esaltazioni personalistiche e di voli pindarici, ma bensì di essere più vicina alle esigenze ed ai bisogni dei suoi cittadini.

A Castelsardo, in questi anni, a causa di politiche troppo faziose, si è creato un clima molto pesante, con odi e rancori che, di certo, non aiutano a fronteggiare la crisi, quindi, con lo scopo di cercare di riavvicinare l’amministrazione alla gente, volutamente, abbiamo elaborato un programma elettorale molto sobrio, enunciando i principi ed il metodo, prendendo l’impegno che, se saremo eletti, le linee programmatiche del sindaco e della giunta le elaboreremo assieme a tutte le associazioni di categoria (edilizia, pesca, ristorazione, turismo, nautica, servizi e tutte le categorie produttive ed i portatori di interessi collettivi), con le quali, con una serie di riunioni serrate, ci incontreremo nei tre mesi che intercorrono tra l’elezione e la presentazione del programma in consiglio comunale, mantenendo dei tavoli aperti, cercando di condividere il più possibile le scelte durante tutto l’arco della legislatura.

4) Ci dica una cosa positiva e una negativa fatte delle amministrazioni che ha avuto la sua città negli ultimi anni.

In termini di opere, tra le positive credo che le più apprezzate e meglio riuscite siano quelle volte al recupero delle aree degradate, con la realizzazione di parchi urbani e percorsi pedonali quali il parco di lu Grannaddu, di Manganella e la piazza del Novecentenario.

Rimangono opere controverse invece il rifacimento della piazza la Pianedda e l’ascensore sul versante orientale del promontorio ed il mancato completamento di alcune opere. Per quanto riguarda l’immateriale, molto importanti il rilancio dell’immagine turistica, la realizzazione del piano strategico “Castelsardo nel 2020” e le politiche in materia ambientale, negativa invece la comunicazione ed i rapporti con i cittadini e le associazioni.

Matteo Santoni
Castelsardo 3.0
Comune di Castelsardo

Leggi anche