Nell'ultimo mese

Bonifiche alla Maddalena: stanziati 11 milioni

  • Scritto da Effe_Pi

Bonifica MaddalenaDi nuovo lavori all'ex Arsenale dopo i disastri del G8, stavolta il soggetto attuatore dei lavori sarà il Comune.

Ancora bonifiche alla Maddalena, questa volta si spera reali e non fittizie come quelle per il G8 finite sotto inchiesta di recente. Ieri, è stato sottoscritto un accordo tra il Ministero dell'Ambiente, la Regione sarda e il Comune de La Maddalena, per completare le opere di bonifica nel mare davanti all'ex Arsenale militare dell'isola. E' un protocollo d'intesa, firmato dal sottosegretario Flavio Cirillo, dal governatore Ugo Cappellacci e dal sindaco Ugo Comiti, che prevede 11,2 milioni di euro di nuovi finanziamenti per completare quest'opera: tra gli obiettivi, anche favorire la valorizzazione del polo nautico e delle altre strutture realizzate nella vecchia zona militare, le cui ricadute dovrebbero produrre benefici "non solo per l'arcipelago ma anche per l'economia di tutta la Sardegna". I lavori dovranno essere completati entro 30 mesi, e ci parteciperà per il supporto tecnico e il controllo sullo stato dell'opera anche l'Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), ente vigilato dal Mattm che però era presente anche l'altra volta, senza riuscire ad impedire che i privati intascassero soldi senza completare i lavori.

Per gli interventi si potrà contare su un finanziamento complessivo di 11.236.996,99 di euro, 5.836.996,99 dei quali stanziati dal ministero dell'Ambiente e 5.400.000 dalla Regione Sardegna. La cifra destinata alle bonifiche davanti all'ex Arsenale militare è di 10.836.996,99 euro, mentre i rimanenti 400.000 euro serviranno alle ulteriori attività di caratterizzazione delle aree esterne alla darsena. Soggetto attuatore sarà il Comune di La Maddalena che, con il supporto della Regione, si è impegnato ad adeguare il progetto definitivo per la bonifica recependo le prescrizioni della Conferenza dei servizi dello scorso 17 aprile. "Con questa firma sblocchiamo una situazione che, oltre ad avere un impatto negativo dal punto di vista ambientale, sta creando un danno all'economia dell'arcipelago de La Maddalena", ha detto il sottosegretario Flavio Cirillo, sottolineando che ci si assume "la responsabilità di completare un nuovo percorso che, da una situazione di criticità, creerà le condizioni perché il soggetto che gestisce l'area dell'ex Arsenale possa fare gli investimenti necessari per il suo rilancio dal punto di vista turistico ed economico". Di "assunzione di grande responsabilità per il ruolo di soggetto attuatore" ha parlato anche il sindaco Angelo Comiti: "Quella odierna è la data di un nuovo inizio che spero chiuda il capitolo delle bonifiche in tempi brevi con un percorso certo e trasparente finalizzato alla restituzione dell'area dell'ex Arsenale alla collettività maddalenina e al popolo sardo per l'obiettivo per la quale era stata riqualificata".

Leggi anche