Dalla Sardegna al mondo: con ITACA si può

Le competenze linguistiche sono diventare fondamentali per chi vuole avere più chances nel mondo del lavoro: una consapevolezza importante per i sardi. 

Il numero dei giovani sardi che scelgono di fare esperienze di studio all'estero cresce costantemente. 

Itaca: il programma INPS che piace ai giovani sardi

Itaca è la borsa di studio INPS per i giovani che vogliono studiare all'estero.  Possono partecipare:

  • Figli (o orfani ed equiparati) dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali,
  • Figli (orfani ed equiparati)   dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici.

I giovani interessati devono frequentare un istituto di istruzione superiore o comunque una scuola secondaria di secondo grado e ovviamente devono avere ottimi voti. L'INPS eroga una borsa di studio capace di coprire totalmente il soggiorno scolastico all'estero o parzialmente. Come accade ormai da anni a gestire il programma è un ente terzo: Education First si conferma anche questo anno soggetto partner dell'INPS per il bando ITACA 2020. La domanda per partecipare va inviata entro le ore 12 del giorno 22 novembre 2019, tutte le informazioni necessarie si trovano sul sito dell'Istituto di Previdenza.

Non solo ITACA: in Sardegna si punta su EF

Come ogni anno sono tantissimi gli studenti sardi che vogliono provare un anno di studio all'estero e, anche questo anno, sono parecchi coloro che hanno scelto di partecipare ad un programma scolastico internazionale di EF Education First. Ormai da anni la  Regione Sardegna mette a disposizione  fondi per questo percorso scolastico. Questo anno sono stati messi in campo 100.000 euro  per finanziare borse di studio a copertura totale delle spese, per i giovani studenti meritevoli residenti, iscritti e frequentanti un istituto scolastico della Sardegna. Per partecipare al programma di EF è bene tenere conto della media scolastica, infatti le graduatorie regionali sono preparate per merito: serve  una media del  7, negli ultimi 2 anni scolastici.

 

Studiare all'estero: perchè è importante

Una esperienza formativa all'estero è importante per tutti ma lo è ancora di più per i giovani sardi.

I motivi sono semplici e si possono facilmente riassumere in questo brief.

  1. Competenze linguistiche: sono fondamentali per chi vuole avere opportunità di lavoro subito dopo il ciclo di studi secondario, ma sono rilevanti anche per coloro che vogliono proseguire un percorso di vita tra studi e ricerca. Grazie ad un soggiorno di studi all'estero queste competenze vengono implementate e migliorate con semplicità.
  2. Conoscenza nuovi metodi di studio: frequentare un anno scolastico o una parte di esso in un contesto differente da quello in cui si vive dà al giovane studente la possibilità di conoscere nuovi metodi di studio e di apprendimento.
  3. Consapevolezza ed autonomia: aumentano lontani da casa e dal contesto quotidiano. In un ambiente nuovo, in una location differente dove le sfide linguistiche e culturali sono differenti lo sviluppo della consapevolezza e dell'autonomia diventano più rapidi. Nasce così un cittadino nuovo formato a tutto tondo.

 Le opportunità per studiare all'estero sono differenti e molteplici, quelle offerte dal Programma Itaca sono indubbiamente le più complete e competitive ma non sono le uniche. Infatti se non si riesce ad entrare nelle graduatorie delle borse di studio è chiaro che si possono acquistare pacchetti per studiare all'estero rivolgendosi ad una società rinomata in tutto il mondo per i suoi programmi: EF, Education First è la società internazionale che da oltre 50 anni si dedica completamente alla formazione linguistica internazionale.

 Foto | Matthew Hurst su Flickr