IN Breve

Russia - Ucraina: carcere per Nadija Savčenko

La pilota e deputata ucraina Nadija Savčenko, detenuta in Russia dal giugno del 2014, è stata condannata a 22 anni di carcere..

da Internazionale

Il tribunale russo che l’ha giudicata l’ha ritenuta colpevole di vari reati, tra cui l’omicidio di due giornalisti russi nelle aree dell’Ucraina orientale controllate dai separatisti. La difesa ha sempre sostenuto che la pilota è stata rapita e portata illegalmente in Russia.

Dopo la lettura della sentenza Savčenko si è alzata in piedi e ha intonato una canzone ucraina. La pilota ha sempre definito il processo una farsa motivata politicamente. Il ministro degli esteri ucraino Pavlo Klimkin, scrive la Ukrainska Pravda, “ha dichiarato che la battaglia per ottenere la liberazione di Savčenko continuerà.

Il presidente Petro Porošenko ha affermato che Putin, in occasione degli accordi di Minsk del 2015, gli aveva promesso che Savčenko sarebbe stata riconsegnata a Kiev dopo il processo, e ha proposto a Mosca lo scambio della pilota con due militari russi arrestati in Ucraina”.

Approfondisci:

carcere di Cuneo 21-05-2024 | 19:00
Il tesoriere nazionale Filippo Blengino, assieme alla delegazione dei Radicali cuneesi ha lanciato il grido d’allarme circa una situazione disperata come quasi in tutte le altre realtà carcerarie ...
Droga ordinata dal carcere con cellulari e pagata dai familiari con ricariche su carte prepagate. Arrestate dai carabinieri della compagnia di Velletri 33 persone, di cui sedici già detenute in ...
Chico Forti è arrivato oggi nel carcere di Verona dopo avere passato la notte a Rebibbia Nuovo Complesso. Secondo quanto si apprende da fonti informate il 65enne trentino ha viaggiato a bordo di un ...
Don Claudio Burgio è da meno di un mese ufficialmente il cappellano del carcere minorile Beccaria, dopo aver affiancato negli ultimi vent’anni don Gino Rigoldi, oggi diventato “emerito”.
Questi, raccontati in breve e senza rendere la giusta dignità alle persone, sono solo tre dei 100 casi di suicidio avvenuti in carcere dal 2023 ad oggi. Una piaga che lo Stato fatica a combattere ...