Polonia, il governo sfida i giudici

Si fa sempre più seria la crisi costituzionale innescata dalle riforme volute dal partito Diritto e giustizia (Pis).

Da Internazionale

Il 10 marzo la corte costituzionale ha bocciato le nuove norme sul suo funzionamento, approvate dopo uno scontro con l’esecutivo sulla nomina di alcuni giudici.

Secondo la riforma, le decisioni avrebbero dovuto essere prese a maggioranza di due terzi e alla presenza di 13 dei 15 giudici costituzionali. La riforma – dicono i giudici – viola i principi del sistema democratico.

Il governo, tuttavia, ha annunciato che non riconoscerà la sentenza. “Il leader di Pis, Jaroslaw Kaczynski, ha dichiarato guerra a milioni di polacchi”, scrive il settimanale Newsweek Polska. “Li ha insultati calpestando lo stato di diritto, condizionando la corte costituzionale e non ascoltando le rimostranze che arrivavano dall’estero. Questa battaglia è la più importante dal 1989. Ed è una battaglia per il futuro del paese”.

Preoccupato anche il quotidiano conservatore Rzeczpospolita: “La sentenza della corte costituzionale e il riiuto del governo di rispettarla hanno innescato una reazione a catena che rischia di far saltare l’intero sistema legale”.

Approfondisci:

Una delle più antiche idee politiche è in crisi. Il punto della situazione. Leggi La Polonia sta cercando di sistemare le cose con l’Unione Europea : Il nuovo primo ministro polacco ha sostituito oggi alcuni dei suoi ministri più controversi ...
La produzione è sostanzialmente tornata a quella del 2007 l'anno pre-crisi. Il fatturato (stima ... Canada, Messico, Olanda, Polonia e Thailandia. L’acquisto di “Bellavita Expo” è la seconda operazione della neonata VPE, compartecipata da ...
Cercare di distendere le relazioni tra Polonia e Unione europea passando un colpo di spugna ... Claude Juncker non potrà mancare la questione migratoria. Dall'inizio della crisi Varsavia non ha accolto nessun profugo.
L’intenzione del governo polacco è quella di migliorare le relazioni con l’Unione Europea, che negli ultimi anni sono peggiorate parecchio. Lo scorso dicembre la crisi ha raggiunto uno dei suoi livelli più alti: la Commissione europea ha annunciato ...
"Secondo i dati ufficiali, negli ultimi tempi lo status di rifugiato in Polonia è stato concesso a circa 80 ucraini. Un'altra questione sono i lavoratori migranti. Decine di migliaia di ucraini per la crisi economica, provocata dalla guerra, lavorano nei ...