Nell'ultimo mese

Polonia, il governo sfida i giudici

Si fa sempre più seria la crisi costituzionale innescata dalle riforme volute dal partito Diritto e giustizia (Pis).

Da Internazionale

Il 10 marzo la corte costituzionale ha bocciato le nuove norme sul suo funzionamento, approvate dopo uno scontro con l’esecutivo sulla nomina di alcuni giudici.

Secondo la riforma, le decisioni avrebbero dovuto essere prese a maggioranza di due terzi e alla presenza di 13 dei 15 giudici costituzionali. La riforma – dicono i giudici – viola i principi del sistema democratico.

Il governo, tuttavia, ha annunciato che non riconoscerà la sentenza. “Il leader di Pis, Jaroslaw Kaczynski, ha dichiarato guerra a milioni di polacchi”, scrive il settimanale Newsweek Polska. “Li ha insultati calpestando lo stato di diritto, condizionando la corte costituzionale e non ascoltando le rimostranze che arrivavano dall’estero. Questa battaglia è la più importante dal 1989. Ed è una battaglia per il futuro del paese”.

Preoccupato anche il quotidiano conservatore Rzeczpospolita: “La sentenza della corte costituzionale e il riiuto del governo di rispettarla hanno innescato una reazione a catena che rischia di far saltare l’intero sistema legale”.

Approfondisci:

E dice che quello cui sta andando incontro non è una “delocalizzazione” in Polonia, ma una “riorganizzazione” di un sito il cui mantenimento viene definito “anti-economico”. All’indomani degli incontri con Assolombarda e Regione, che hanno ...
nonché leader di mercato in Spagna e Polonia, hanno ottenuto unfinanziamento del debito di circa €344 milioni per conto della joint venture traNEINVER e TIAA - società Fortune 100 attiva nei servizi finanziari. Ci sarà una crisi finanziaria nel 2017?
d Statystyczny (Gus, l'Ufficio centrale di statistica di Varsavia), il Pil della Polonia è cresciuto del 2,7% annuo nel quarto trimestre contro il 2,5% del terzo (3,1% nel secondo) che era anche il tasso atteso dagli economisti. Ci sarà una crisi ...
e soprattutto il fatto che la Commissione abbia voluto risolvere la crisi dei profughi dividendone il peso tra tutti gli stati dell’Unione. La Polonia era talmente ai ferri corti con il resto dell’Unione che a settembre il leader storico del PiS Jaros ...
Intanto spira sempre più forte il vento di nazionalismo e populismo che, dopo aver colpito Stati Uniti e Gran Bretagna, pare voglia investire Olanda, Francia, Polonia e Ungheria ... Forse per evitare crisi di astinenza al popolo italico ecco tornare ...

Leggi anche