IN Breve

Polonia, il governo sfida i giudici

Si fa sempre più seria la crisi costituzionale innescata dalle riforme volute dal partito Diritto e giustizia (Pis).

Da Internazionale

Il 10 marzo la corte costituzionale ha bocciato le nuove norme sul suo funzionamento, approvate dopo uno scontro con l’esecutivo sulla nomina di alcuni giudici.

Secondo la riforma, le decisioni avrebbero dovuto essere prese a maggioranza di due terzi e alla presenza di 13 dei 15 giudici costituzionali. La riforma – dicono i giudici – viola i principi del sistema democratico.

Il governo, tuttavia, ha annunciato che non riconoscerà la sentenza. “Il leader di Pis, Jaroslaw Kaczynski, ha dichiarato guerra a milioni di polacchi”, scrive il settimanale Newsweek Polska. “Li ha insultati calpestando lo stato di diritto, condizionando la corte costituzionale e non ascoltando le rimostranze che arrivavano dall’estero. Questa battaglia è la più importante dal 1989. Ed è una battaglia per il futuro del paese”.

Preoccupato anche il quotidiano conservatore Rzeczpospolita: “La sentenza della corte costituzionale e il riiuto del governo di rispettarla hanno innescato una reazione a catena che rischia di far saltare l’intero sistema legale”.

Approfondisci:

Fin dall'inizio della guerra è stato chiaro che un incidente come la caduta di un missile sul territorio di uno Stato Nato o Ue sarebbe potuto accadere. Nella primavera del 2022, quando ancora non si ...
Polonia, l’Europa e il mondo nell’era delle crisi multidimensionali, di questo si parla nella università cattolica di Lublino in un forum di tre giorni di tavole rotonde. I rappresentanti del mondo de ...
Ne parlano anche altri media /10 Ansa GUARDA IL VIDEO: Ucraina, Zelensky: missili su Polonia è grave escalation Le ultime notizie in diretta live dalla Polonia, con la guerra che ora rischia di ...
Ieri (martedì) almeno un missile «di fabbricazione russa» è caduto in Polonia, colpendo la località di Przewodów, a 12 chilometri dal confine con l’Ucraina, e uccidendo due persone.
Ieri (martedì) almeno un missile «di fabbricazione russa» è caduto in Polonia, colpendo la località di Przewodów, a 12 chilometri dal confine con l’Ucraina, e uccidendo due persone.