Migranti, lungo la rotta dei Balcani

“Circa seimila migranti si sono ammassati sul versante greco del confine con la Macedonia”, dopo che la Serbia e il governo di Skopje hanno deciso di chiudere la frontiera ai profughi afgani, scrive To Vima.

Da Internazionale

Il giornale sottolinea che “le strutture di accoglienza locali possono ospitare al massimo duemila persone”. Atene, prosegue il quotidiano, ha protestato contro il provvedimento dei due paesi balcanici, e ha soprattutto criticato la decisione dell’Austria di convocare una conferenza a Vienna il 24 febbraio per “avviare un dibattito sul transito dei migranti con i paesi dei Balcani, senza però invitare la Grecia”.

Una scelta discutibile, considerato che è proprio Atene a subire le conseguenze dei blocchi alle frontiere dei paesi vicini. L’iniziativa ha suscitato anche l’irritazione della Commissione europea, che – aferma Die Presse – “non era al corrente dell’incontro” e “privilegia una soluzione europea che coinvolga la turchia”.

Intanto in Germania hanno suscitato sconcerto due episodi di xenofobia nel land della Sassonia, scrive la Süddeutsche Zeitung. Il 18 febbraio a Clausnitz alcuni abitanti hanno accerchiato e bloccato un pullman che trasportava venti migranti. e nella notte tra il 20 e il 21 febbraio a Bautzen è stato incendiato un centro di accoglienza. “Mentre divampavano le iamme, un gruppo di persone urlava insulti e applaudiva”.

Approfondisci:

La verità di una narrazione nelle parole di M., un nome volutamente scritto puntato per rispettare la sua volontà, ma dietro ad un nome velato, si svela, invece, una storia in carne e ossa, concreta, ...
Molte famiglie di rifugiati in Germania le hanno chiamate come la cancelliera per la sua accoglienza dei migranti nel 2015-2016 ...
Sicurezza, migrazioni dopo la crisi afgana ed energia sono i tre dossier al centro del vertice Eumed che si tiene oggi ad Atene, alla presenza di 9 leader europei (tra cui il prem ...
Umar ha 56 anni e viene da Meydan Shahar, una città dell’Afghanistan centrale molto vicina a Kabul. È un Hazara, gruppo etnico minoritario di origine turco-mongolica e di fede sciita, dedito prevalent ...
Nel Continente che si vuole patria di diritti e libertà, le frontiere tornano protagoniste. Sull’onda della crisi afghana, Atene annuncia il completamento dell’ultima delle barriere anti-migranti, al ...