Nell'ultimo mese

Il Tar conferma: Budelli torni pubblica

  • Scritto da Effe_Pi

Budelli rosaIl tribunale boccia il ricorso del magnate Harte: intanto il Senato sblocca 6 miloni per bonificare l'Arsenale de La Maddalena.

Ora la conferma anche il tribunale, se ce ne fosse bisogno: Budelli, perla della Maddalena, deve tornare pubblica. L'Ente Parco dell'arcipelago potrà quindi esercitare il diritto di prelazione per il suo acquisto, visto che il Tar (Tribunale amministrativo regionale) della Sardegna ieri ha respinto la richiesta di sospensiva presentata dagli avvocati di Michael Harte, il magnate neozelandese che a ottobre aveva acquistato l'isola e poi aveva impugnato gli atti per la prelazione. A darne notizia è stato lo stesso Ente Parco, secondo il quale "con l'ordinanza pubblicata ieri il giudice ha riconosciuto la piena legittimità degli atti assunti dall'Ente Parco, che pure erano stati adottati nel pieno delle festività natalizie, con una vera e propria lotta contro il tempo per presentare tutti i documenti necessari, dando così la possibilità di proseguire nel dibattimento in corso presso il giudice fallimentare di Tempio Pausania e di vedere finalmente l'Ente divenire, nei prossimi mesi, proprietario dell'isola".

"Se Mr. Harte - conclude soddisfatto il presidente del Parco Giuseppe Bonanno - è mosso dal desiderio di contribuire con il Parco alla tutela del patrimonio ambientale dell'isola, lo potrà ben fare senza problemi partecipando ai programmi che l'Ente ha in animo di realizzare. Ogni contributo di soggetti singoli, associazioni, fondazioni o enti di tutela sarà inserito proficuamente nel quadro delle attività già programmata". La vicenda aveva provocato nei mesi scorsi un duro scontro politico e nel mondo ambientalista: dapprima era stata la destra sarda (Pili e Pittalis) a polemizzare sull'argomento, poi c'erano state le forti prese di posizione dell'Ente e di Sel, che aveva anche presentato un emendamento al Senato, poi approvato, per stanziare i soldi necessari al Parco per la prelazione. La vicenda sembrava finita ma a sorpresa Legambiente e un pezzo di Partito democratico si erano schierati per la privatizzazione, senza riuscire però a fermare quel processo che sembra ora essersi concluso per il meglio al Tar sardo.

Altra buona notizia, sempre per l'arcipelago, è che al Senato sono stati sbloccati 5 milioni 836.996,99 euro per le bonifiche nella darsena dell'ex Arsenale militare nell'isola di La Maddalena, quella interessata dai lavori del G8 su cui sono ancora in corso inchieste giudiziarie. La norma è contenuta all'articolo 14 del disegno di legge n. 1322 approvato oggi dalla commissione Bilancio di palazzo Madama, in sede deliberante. Le risorse, secondo quanto previsto nel provvedimento, vengono riassegnate "al capitolo dello stato di previsione del ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare e trasferite alla Regione Sardegna". Per diventare esecutiva, la norma ora passerà al vaglio della Camera per l'approvazione definitiva.

Leggi anche