Sardegna: senza vaccini, niente scuola

  • Scritto da Alba

La legge italiana prevede che da quest’anno, per iscriversi a scuola, occorra presentare il libretto dei vaccini. In Sardegna gli istituti scolastici sembrano estremamente rigidi sull’argomento.

I bambini che sono rifiutati dalla scuola dell’infanzia, in Sardegna, sono sempre di più. Il motivo del rifiuto è ovviamente nella mancata presentazione della documentazione sui vaccini. A Nuoro i bambini messi alla porta sono circa 20 mentre ad Olbia siamo già a quota 10. Dall’Ufficio scolastico regionale, comunque, sono già partite le verifiche con l’intento non soltanto di far rispettare la normativa nazionale, ma anche di dare uniformità all’applicazione della legge.

LEGGI ANCHE | Vaccini: in Sardegna copertura sopra la media

Sotto accusa ci sono soprattutto le autocertificazioni “modificate”: se la documentazione non è come quella standard può capitare di essere rimandati indietro. È successo a Capoterra in provincia di Cagliari. Ma così non sarà un po’ troppo? La normativa però parla chiaro e detta i tempi dell’adeguamento delle famiglie. Purtroppo la scuola non è altrettanto solerte, precisa e veloce nella presentazione del personale scolastico. Tutti i docenti sono già stati nominati? In più, tornando a bomba sulla normativa dei vaccini, manca un tassello: quando le famiglie potranno avere la certezza che anche il personale scolastico, dai bidelli ai professori, abbia presentato la documentazione vaccinale?

Foto | Pixabay 

Leggi anche