Nell'ultimo mese

Droga: in manette la Vedova nera della Sardegna

  • Scritto da Effe_Pi

Vedova NeraSette arresti e decine di denunce a San Teodoro per l'operazione antidroga "Holy man", era la vedova di un assassinato a gestire il traffico nella zona più turistica della Sardegna.

C’erano tutti gli ingredienti del thriller un po’ perverso, nella vicenda per cui oggi in Sardegna è scattata l’operazione “holy man”, che a San Teodoro ha portato all’arresto di sette persone per traffico di droga. Una “vedova nera”, moglie di un assassinato a fucilate, un santone che benediceva i suoi viaggi col carico di droga, e poi tanta cocaina, hashish e marijuana da spacciare nelle zone più turistiche dell’isola.

Lei si chiama Sara Mossa, ha 40 anni ed è la moglie di Bernardino Asproni, ucciso a fucilate nel febbraio del 2013 sempre a San Teodoro; questa mattina è finita agli arresti domiciliari insieme ad altre sei persone. Prima del recupero e delle consegne dello stupefacente, la vedova telefonava al "mago" chiedendogli una specie di benedizione per evitare i controlli da parte dei carabinieri. "Sto partendo per quel viaggio", diceva al telefono, ma certamente non sapeva di essere già seguita e intercettata.

E proprio partendo da lei, subito dopo il delitto del marito, che i militari della Compagnia di Siniscola e della Tenenza di San Teodoro sono riusciti a ricostruire una lunga serie di episodi di spaccio, con il trasporto di stupefacenti recuperati a Cagliari, Olbia Sassari, Ozieri, Budoni, Orgosolo, Fonni e Desulo - uno dei quali sarebbe stato acquistato dalla quarantenne una settimana dopo l'omicidio del coniuge. Ben 48, complessivamente, le persone indagate complessivamente, 36 quelle segnalate per uso di stupefacenti, 22 le ordinanze di custodia cautelare notificate. Tra gli arrestati, oltre a Sara Mossa, spicca il nome del dj napoletano Michele Angelo Chianese, che nel periodo estivo intratteneva i giovani con serate musicali in luoghi di villeggiatura di Budoni, San Teodoro e Olbia e contemporaneamente, secondo quanto emerso dalle indagini, spacciava loro cocaina.

Leggi anche