IN Breve

La fake news della capotreno molestata a Porto Torres

  • Scritto da Effe_Pi

Tutte le testate sarde e nazionali hanno dato grande evidenza al presunto episodio di violenza sulla donna da parte di un gruppo di nigeriani: peccato non fosse vero niente.

Il razzismo e l’intolleranza sembrano in costante aumento in Italia e anche in Sardegna: colpa di una presunta invasione che sembra smentita dalle statistiche o c’è dell’altro? sicuramente non aiuta la propaganda di alcuni partiti e movimenti che sembrano trovare il capro espiatorio ai tanti problemi dei cittadini nella presenza dei migranti e dei centri che li accolgono, e senza dubbio contribuiscono le tante notizie false o non verificate diffuse da siti internet e testate giornalistiche. L’ultima viene proprio dalla Sardegna, dove secondo quanto riportato da quotidiani cartacei e web, televisioni e altre “fonti primarie” una capotreno di Trenitalia sarebbe stata “aggredita e molestata” da un gruppo di nigeriani a cui aveva chiesto il biglietto.

Peccato che la notizia sia stata successivamente smentita dalla stessa azienda ferroviaria che ha precisato come la donna, di 55 anni, non abbia presentato nessuna denuncia e si sia trattato di un “diverbio” verbale, in cui al limite la capotreno sarebbe stata “sfiorata su un braccio o su una gamba”. Diverbio che in un comunicato della Cisl, ripreso acriticamente da quasi tutti i media sardi e nazionali, era però diventato molestia sessuale: la Repubblica, che in seguito ha corretto il tiro con un nuovo articolo, ieri sul suo sito titolava  “Porto Torres, sindacato denuncia: capotreno aggredita e molestata”, mentre il concorrente Corriere della Sera parlava di “capotreno aggredita a parole e «sfiorata» da nigeriani”, idem il Messaggero secondo cui la donna veniva “aggredita e molestata mentre controlla i biglietti”. Più duro ancora, come prevedibile, “Il Giornale”, che scriveva di “capotreno molestata dal branco di nigeriani” e addirittura RaiNews, che sul suo sito urlava “Capotreno chiede biglietto, violentata”. Non da meno testate sarde come Sardegna Oggi, che è decisa: “Gruppo di stranieri molesta sessualmente capotreno a Porto Torres” e L’Unione Sarda, secondo cui la lavoratrice era stata “aggredita e palpeggiata” e ora si trovava “sotto choc”, mentre La Nuova Sardegna sull’edizione di oggi ha titolato come da immagini sotto.

LEGGI ANCHE | Fotogallery - Ecco il campo sperimentale per migranti nel Nord Sardegna

Una notizia che è possibile definire una vera fake news a reti (e testate) unificate, che ha prodotto le solite reazioni “indignate” di politici che puntano alla paura dell’invasione per prendere voti. Da Giorgia Meloni al leghista Fedriga, parlamentari che hanno imparato la lezione di Goebbels secondo cui una bugia ripetuta mille volte diventa realtà, quindi i milioni di italiani e sardi che hanno sentito la notizia sono convinti che un gruppo di clandestini nigeriani abbia violentato una capotreno a Porto Torres. Punto e basta. Anche se non era vero niente.

Foto | altotemi su Flickr

Leggi anche