Nell'ultimo mese

Lingua: sul web la prima banca dati del sardo antico

  • Scritto da Effe_Pi

Realizzata dall'Università di Sassari in collaborazione con l'Ovi del Cnr e finanziato dalla Regione è il primo tentativo sistematico di mettere in rete i documenti medievali in limba.

Arriva sul web la prima banca dati del sardo antico, per poter consultare tutti i documenti scritti nella limba del medioevo. Un progetto innovativo ma fortemente legato alle nostre tradizioni, realizzato dall’Università di Sassari col contributo della Regione Sardegna, e disponibile sul sito internet dell'Opera del Vocabolario Italiano (OVI). Si chiama “Archivio testuale della Lingua Sarda delle Origini” (ATLiSOr), ed è una banca dati (la prima esistente) del sardo antico, che rende interrogabili in rete i documenti medievali in lingua sarda, databili sino a tutto il Trecento, attraverso il software lessicografico GATTO (Gestione degli Archivi Testuali del Tesoro delle Origini).

 L'Archivio è l'esito di un progetto di ricerca che ha coinvolto un gruppo di studiosi di varia affiliazione, sotto la  direzione scientifica di Giovanni Lupinu, professore associato di Glottologia e linguistica dell’Università di Sassari. Il progetto è stato portato avanti in collaborazione con l'OVI (Istituto del CNR con sede a Firenze presso l’Accademia della Crusca) grazie a un finanziamento dalla Regione sarda. ATLiSOr è consultabile in rete a questo indirizzo o direttamente dal sito web dell'OVI.

Leggi anche