Ambiente: a Calasetta è scontro sui campi da golf

  • Scritto da Effe_Pi

Secondo Legambiente Sardegna e altre associazioni si tratta di un intervento da 150 ettari con 60mila metri cubi di costruzione, in contrasto con Ppr e norme sulla tutela della costa.

È ancora scontro in Sardegna sul territorio e il suo utilizzo: dopo le polemiche tra Regione, Governo e associazioni (che continuano) riguardo alla nuova normativa prevista dalla Giunta Pigliaru, l’attenzione si sposta anche nei comuni, dove i progetti di sviluppo turistico sul territorio non sempre piacciono agli ambientalisti. È il caso del Piano urbanistico del comune di Calasetta, portato avanti dalla Giunta guidata da Antonio Vigo, in particolare riguardo alla costruzione di campi da golf, ipotesi che ora viene duramente contestata da Legambiente Sardegna, in linea con le critiche già portate avanti dal Comitato Calasetta 2017, dal Grig (Gruppo d’intervento giuridico) e da Italia Nostra.

LEGGI ANCHE | Mattone: è scontro aperto tra Pd sardo e italiano

Gli aspetti più significativi sono stati spiegati dal responsabile dell’associazione ambientalista, Vincenzo Tiana, che riguardo alla struttura per il golf ha parlato di oltre 150 ettari sfruttati per uno sviluppo edilizio “di 60mila metri cubi, come se fossero 40 villette”, vale a dire “una dimensione talmente abnorme da essere in contrasto con le norme sulla fascia costiera”, intervento quindi che si potrebbe realizzare “solo con un accordo di programma totalmente in deroga al Piano paesaggistico regionale e al codice del paesaggio”. Si chiede quindi al comune una completa revisione del documento comunale, anche se la Giunta Vigo finora tiene il punto parlando di lotta all’abusivismo e occasioni di sviluppo per il territorio di Calasetta.

Foto | Victor su Flickr

Leggi anche