Nell'ultimo mese

Amministrative 2016 Sardegna: Elmas - Maria Laura Orrù

  • Scritto da Effe_Pi

Intervista a Maria Laura Orrù, candidata a sindaco per la lista Elmas+ nel comune di Elmas, alle prossime elezioni amministrative del 5 giugno in Sardegna.

1) Saprebbe individuare (uno o più) problemi principali del suo comune e offrire brevemente alcune soluzioni per risolverli?

A Elmas come in tutti i comuni della Sardegna esiste un’emergenza lavoro.

Lavoreremo per salvaguardare alcuni comparti in crisi; penso al Commercio locale - ma è solo un esempio - con un progetto orientato alla qualità e alla solidarietà. Agiremo con sgravi fiscali per un circuito di qualità che promuova il prodotto locale e azioni virtuose (es. la riduzione rifiuto alla fonte, nell’ottica di una strategia rifiuti zero) e su una moneta locale solidale, già in sperimentazione in altri Comuni, che dia respiro ai consumi.

Abbiamo delle partite aperte, come l’Ex Fas, che possono e devono rappresentare possibilità formative e occupazionali. Per favorire nuova occupazione invece investiremo sulle risorse territoriali (zona industriale e laguna), incentivando la nascita di professionalità del futuro e integrandole con quanto esiste già: startup, tecnologia, ricerca e aziende innovative affiancheranno le professioni e i saperi tradizionali. Oggi molti settori un tempo proficui sono in crisi; occorre coniugare tradizione e sviluppo, innovazione e ambiente, investire in formazione, creare le condizioni per il nuovo lavoro.

2) La politica oggi è impopolare ma i sindaci sono gli amministratori più vicini al cittadino: come pensa possano contribuire a far recuperare fiducia nelle istituzioni?

Sono essenziali il coinvolgimento dei cittadini e la loro piena partecipazione e informazione; abbiamo scritto il nostro programma con un processo partecipativo.

Quando amministreremo lavoreremo su ulteriori strumenti come bilancio partecipato, commissioni aperte, spazi per suggerimenti/reclami, sulla trasparenza (bandi, chiarezza sull’impiego delle risorse pubbliche) e sulla comunicazione (nuovo sito, app e mail dedicate, sistemi più tradizionali come gli schermi ).

Vogliamo amministrare con i cittadini e per i cittadini, per tutti i cittadini e attivare una piena collaborazione tra l’Amministrazione, le associazioni e le Istituzioni come la scuola.

3) Quali sono i temi programmatici fondamentali su cui punterà per sconfiggere i suoi avversari alle prossime elezioni?

 Non c’è un solo tema chiave, anche se quanto detto su lavoro e nuovo rapporto con la comunità ci sta a cuore.

Ciò che cerchiamo di trasmettere ai cittadini di Elmas è che possiamo affrontare la crisi di questi anni con un progetto che non si muova per compartimenti stagni, ma con azioni legate tra loro: ce la faremo se saremo più comunità, se sapremo valorizzare la nostra cultura e il nostro territorio, se sapremo essere innovativi.

Vogliamo riuscirci collaborando col mondo dell’associazionismo, che è prezioso e può dare una grossa mano in tempi di ristrettezze per i Comuni e attraverso azioni chiare e soprattutto finanziabili.

 4) Ci dica una cosa positiva e una negativa fatte delle amministrazioni che ha avuto la sua città negli ultimi anni.

 Una cosa positiva è sicuramente l’adozione del PAES (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile). Anche se ad oggi del piano non è stato attuato nulla, è un punto di partenza importante. Di negativo citerei l’approccio con i cittadini, il modo “dell’Amministrare”: un Comune esclusivo, scelte fatte sempre in pochi, poca collegialità e poco coinvolgimento.

Ricordiamo ai nostri lettori che l'altra particolarità relativa alla nostra rubrica #4Domande è il fatto che le risposte sono scritte di proprio pugno dal candidato stesso o dal suo staff, e che la nostra redazione non effettua nessun tipo di controllo, correzione o adattamento delle risposte date, in modo da non avere nessun filtro tra chi scrive e chi legge.

Leggi anche