Vaccini ad over 80, Sardegna fanalino di coda

  • Scritto da Effe_Pi

La regione è tra le pochissime dove non è ancora partita la somministrazione agli anziani, ancora al palo anche le prenotazioni.

In Sardegna non è ancora chiara la tempistica per l'avvio della vaccinazione degli over 80 contro il Covid, una popolazione circa 116 mila anziani. Nei giorni scorsi l'assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu aveva prospettato la data del 20 febbraio prossimo, in coincidenza con l'inizio della campagna di screening nel Medio Campidano, ma l'annunciata piattaforma web per le prenotazioni non è ancora operativa. Finora le vaccinazioni sarebbero state condizionate dalla consegna delle dosi, tanto che la fase riservata alle persone più fragili è destinata ad essere posticipata ad aprile.

Ma l’opposizione in regione va all’attacco, col consigliere dei Progressisti Francesco Agus che invita il presidente Solinas a smettere di parlare di 'passaporti', almeno per ora, e concentrarsi “sulla vaccinazione dei sardi su cui siamo in pesante ritardo rispetto a tutte le altre regioni d'Italia".  Nella regione Lazio, ricorda il consigliere,  "hanno già effettuato la prenotazione oltre 260.000 anziani, telefonicamente o sul web, e sono già state somministrate 54.000 dosi. In Emilia-Romagna la prenotazione è partita due giorni fa ed è già iniziata la vaccinazione delle persone con più di 85 anni. In Veneto le prime dosi sono state somministrate lunedì. Si sono prenotate oltre 43.000 persone e la capacità vaccinale supera le 4.000 dosi al giorno. In Toscana le prime vaccinazioni agli over 80 sono state eseguite ieri grazie a un accordo con i medici di famiglia. La piattaforma di prenotazione ha già archiviato oltre 300.000 richieste".

LEGGI ANCHE | Associazioni sarde contro Moratti su vaccini: dimettiti

Prosegue l'elenco di Agus: "La provincia autonoma di Trento ha già somministrato 3.800 dosi a ultraottantenni, mentre Bolzano ha superato lunedì quota 14.000 inoculazioni. In Campania la prenotazione è partita a inizio febbraio, le prime dosi sono state somministrate la settimana scorsa ed esiste già un protocollo per consentire la somministrazione a domicilio. In Puglia si sono già prenotate oltre 105.000 persone. Le prime dosi verranno somministrate il 22 febbraio. In Piemonte, in Liguria e in Lombardia la campagna di prenotazione è partita due giorni fa. In quest'ultima il sistema è andato “subito in tilt vista l'enorme quantità di prenotazioni attese, oltre 150.000 il primo giorno. Ma almeno è partita".

Foto | Alachua County su Flickr