Nell'ultimo mese

Qatar in Sardegna tra ospedali e inchieste

  • Scritto da Effe_Pi

Costa SmeraldaInchiesta su un evasione da 150 milioni legata all'acquisto della società "Costa Smeralda" ma per gli emiri arriva l'ok della Regione sul San Raffaele.

Gli emiri del Qatar divisi tra investimenti che li rendono sempre più importanti e noti in Sardegna ed inchieste giudiziarie. Proprio mentre arriva il definitivo via libera della Regione sarda al progetto degli investitori arabi per l’ospedale San Raffaele di Olbia, avallato anche dal premier Matteo Renzi, la holding legata agli emiri finisce sotto inchiesta per una evasione fiscale da 150 milioni di euro, che sarebbe stata commessa nella vendita al braccio immobiliare del fondo sovrano dell’emirato della “Costa Smeralda”.

È questo il reato ipotizzato dalla procura di Tempio Pausania, che sta cercando di sbrogliare la complicata matassa riguardante il passaggio di terreni e alberghi sardi dalle società che fanno capo alla Colony Capital del finanziere americano Tom Barrack alla Qatar Foundation investitori arabi. Un'operazione avvenuta all'estero attraverso un intreccio di passaggi societari che la magistratura sta cercando di ricostruire. Nei giorni scorsi la Guardia di finanza ha perquisito sedi di società e studi legali di Milano, alla ricerca della documentazione sul passaggio di proprietà della Costa Smeralda, risalente al maggio del 2012. Al centro degli accertamenti ci sarebbero i passaggi di quote tra le società della Colony, che hanno preceduto la vendita alla Qatar Holding.

Il tutto proprio mentre l'ospedale ex San Raffaele di Olbia diventa una realtà. L'ultimo ok è arrivato ieri dalla commissione Sanità del Consiglio regionale. Dopo sette ore di riflessioni, aggiustamenti e confronto tra maggioranza e opposizione, poco dopo le 15 è arrivato il parere favorevole e unanime al progetto degli investitori del Qatar così come viene delineato nella delibera della Giunta del 26 giugno scorso, che ora potrà andare all'approvazione definitiva nei prossimi giorni. Un ulteriore passaggio deve essere formulato dal Governo con il recepimento in legge, probabilmente nella legge di competitività, della lettera di intenti che fornisce all'Isola una deroga sul taglio dei posti letto e sulla spesa sanitaria privata. Ora gli investitori della Qatar Foundation Endowment dovranno presentare una bozza di contratto che sarà verificato dagli uffici tecnici della Regione e del Governo, poi si potrà parlare di firma sull'intesa, per la quale è atteso in Sardegna il presidente del consiglio Matteo Renzi.

Leggi anche