Nell'ultimo mese

Bitti, rubato il furgone donato agli alluvionati dai lettori de «La Stampa»

  • Scritto da Effe_E

L’appello del sindaco: «Gesto orribile, spero che ce lo restituiscano».

da La Stampa | di Nicola Pinna

Serviva per le emergenze, ma era fondamentale per i lavori di tutti i giorni. A Bitti, paese del Nuorese che il 18 novembre 2013 ha fatto i conti con la furia dell’alluvione, sanno bene quanto possa essere utile un furgone attrezzato nel corso di una calamità naturale. Ma i ladri non si sono posti neanche questo problema. Il Fiat Iveco in dotazione al cantiere comunale era stato donato dalla fondazione «La Stampa - Specchio dei tempi» per aiutare il Comune a gestire meglio qualunque tipo di emergenza. Nei giorni scorsi un commando ancora non identificato ha fatto irruzione nel cantiere comunale e ha portato via proprio quel furgone. «I ladri hanno compiuto un gesto orribile - dice il sindaco Giuseppe Ciccolini - Quello che è successo dovrebbe indignare tutti. Spero che gli autori del furto ci ripensino al più presto e ci restituiscano il furgone, che per noi (e per la sicurezza dei cittadini) ha un’importanza fondamentale». 

Il giorno del passaggio del ciclone Cleopatra, il paese del Nuorese si era ritrovato devastato. Le campagne erano state messe completamente sottosopra e l’ondata aveva compromesso anche il centro storico. Un vecchio fiume, di cui gli abitanti di Bitti non avevano più memoria, aveva ripreso a scorrere tra le case, lasciando sospesa nell’aria la piazza principale. 

Per rimettere in ordine la Sardegna non sono arrivati contributi governativi ma moltissimi aiuti dai cittadini. Dalle associazioni di volontariato e anche dalle fondazioni. Le donazioni dei lettori de La Stampa erano state utili per acquistare il furgone richiesto dal Comune di Bitti, per donare elettrodomestici ai cittadini di Uras (in provincia di Oristano), ma anche per sistemare il litorale devastato di Posada e assegnare un fuoristrada alla Protezione civile di Torpè, altri due paesi del Nuorese messi a dura prova dal ciclone.

Leggi anche