Corea del Sud, superati dal Giappone

Il settore della cantieristica navale sudcoreano è in declino da anni, ma ora dopo 17 anni si profila il sorpasso dei rivali giapponesi.

Da Internazionale

Il settore della cantieristica navale sudcoreano è in declino da anni, ma ora dopo 17 anni si profila il sorpasso dei rivali giapponesi, scrive il quotidiano Hankyoreh.

“Lo ha annunciato il 4 gennaio la Clarksons, un’azienda britannica che monitora il mercato globale della cantieristica navale. Alla fine del 2016 i cantieri navali sudcoreani avevano ordini non smaltiti pari a 19,89 milioni di tonnellate di stazza lorde compensate (cgt, unità di misura che tiene conto delle tecnologie per costruire diversi tipi di navi), mentre quelli giapponesi erano a 20,06 milioni di cgt.

Davanti alla Corea del Sud e al Giappone c’è però la Cina, che è prima anche come numero di navi consegnate nel 2016 e in pochi anni si è affermata come leader mondiale del settore soprattutto grazie alle navi fatte costruire dal governo di Pechino.

Il calo del settore in Corea del Sud, spiega Hankyoreh, è legato innanzitutto alla caduta della domanda globale: i cantieri sudcoreani ricevono il 90 per cento dei loro ordini dall’estero, mentre i giapponesi si fermano al 50 per cento, e la situazione è destinata a peggiorare nel 2017, visto che una delle principali aziende di trasporto marittimo sudcoreane, la Hanjin Shipping, è fallita ed è destinata alla liquidazione. “È probabile che ora molti armatori non comprino nuove navi ma quelle appartenute alla Hanjin Shipping, facendo calare ancora di più la domanda”.

Foto: Pixabay | CC0 Public Domain

Leggi anche