Nell'ultimo mese

Cina, lavoratori di troppo

Migliaia di minatori della società carbonifera statale Longmay sono scesi per le strade della città di Shuangyashan per chiedere gli stipendi arretrati.

Da Internazionale

Migliaia di minatori della società carbonifera statale Longmay sono scesi per le strade della città di Shuangyashan, nella regione nordorientale dell’Heilongjian, per chiedere gli stipendi arretrati.

Secondo il China Labour Bullettin, infatti, gli operai non sono pagati da novembre. Per mettere rapidamente fine alla protesta, le autorità locali hanno promesso due mesi di stipendio subito.

La Cina si prepara a un’ondata di licenziamenti nell’industra pesante: le riforme strutturali per favorire lo sviluppo del terziario produrranno 1,8 milioni di esuberi. “È il prezzo da pagare per le riforme”, scrive iFeng, “se i lavoratori non riceveranno sostegno, il piano di ristrutturazione rischia di bloccarsi”.

Pechino teme le rivolte dei lavoratori, infatti Xiao Yaqing, dell’amministrazione per le imprese di stato, citato dal Jingji Guangcha, ha garantito che “saranno tutelati”.

Approfondisci:

Miniera d' oro 27-04-2017 | 00:31
Miniera d'oro (Di giovedì 27 aprile 2017) Da Weah fino a Mbappé: viaggio nel metodo Monaco che forma talenti per poi rivenderli a prezzi super. E gli incassi sostengono l'Accademia Quando il miliardario russo Dmitry Rybolovlev ha comprato il
hanno scoperto una ventina di violazioni alle norme dell'Oil (l'organizzazione dell'Onu sul lavoro), tra cui orari esorbitanti alla macchina da cucire, ampio turnover e paghe al di sotto dei minimi per molte zone della Cina. Le rivelazioni, oggi sul ...
E che questa tecnologia comporta importanti benefici per il ... Cina - bloccato per un mese l’account Weibo delle femministe anti Trump : promuovevano sciopero internazionale: L’account Weibo di Feminist Voice in China, gestito da alcune note attiviste ...
Sei minatori, rimasti intrappolati nel sottosuolo per più giorni, sono stati salvati in Cina, nella provincia di Shaanxi. Un diluvio ha inondato la miniera di carbone dove lavoravano e solo uno di loro è riuscito subito a mettersi in salvo.
Venerdì 31 marzo si è concluso, dopo 21 giorni, lo sciopero iniziato il 10 marzo dai lavoratori della miniera di rame “Cerro Verde” in Perù, a 50 km da Arequipa (la seconda città del paese). Oltre 1300 minatori hanno preso parte allo sciopero ...

Leggi anche