Nell'ultimo mese

Afghanistan, le condizioni dei taliban

Per i taliban la condizione fondamentale per sedersi al tavolo dei negoziati è che tutte le truppe straniere lascino l’Afghanistan.

da Internazionale

I primi colloqui diretti tra governo afgano e taliban, che si sarebbero dovuti tenere a Islamabad, in Pakistan, all’inizio di marzo, sono stati annullati. I taliban, infatti, hanno smentito “le voci” sulla loro partecipazione diffuse dal governo pachistano, che si è proposto come negoziatore tra le due parti in una serie di colloqui insieme agli Stati Uniti e alla Cina.

Per i taliban la condizione fondamentale per sedersi al tavolo dei negoziati è che tutte le truppe straniere lascino l’Afghanistan, mentre gli statunitensi hanno intenzione di mantenere un contingente militare almeno fino al 2017.

Nell’ultimo anno i taliban hanno ottenuto numerosi successi sul terreno e potrebbe essere un modo per ottenere di più dai negoziati.

Approfondisci:

quello che per i talib è l’Emirato islamico dell’Afghanistan. Si aggiornava lo staff del nuovo inquilino della Casa Bianca sui reali rapporti di forza: 50% del territorio sotto il controllo dei resistenti, un altro 30% che ci finirà se la trattativa ...
Per gli Stati Uniti, infatti, i privati cittadini - come lo era Flynn quando ancora non era entrato in carica - non possono portare avanti trattative diplomatiche ... che ha combattuto in Afghanistan e Iraq.
All’epoca Flynn era ancora un semplice cittadino e non poteva portare avanti trattative con un governo straniero ... ex direttore della Cia e capo delle operazioni statunitensi in Afghanistan. La sua prima scelta, il generale della marina in pensione ...
Registrato tra gli elettori democratici, vanta 33 anni di carriera militare, con posizioni di primo piano, dalla guida di missioni Nato in Afghanistan e in Iraq fino alla direzione della Dia (Defence Intelligence Agency) dal 2012 al 2014, quando e' stato ...
come con l'Afghanistan si vuole stringere un accordo europeo per trattenere a Tripoli migranti anche non libici, e l'Italia è capofila nelle trattative. Martin Schulz, candidato dei socialdemocratici e sfidante della Merkel. Il Bamf giustifica di aver ...

Leggi anche