Nell'ultimo mese

Comunali 2014: Enrico Daga - Alghero

  • Scritto da Effe_E

Enrico Daga - Alghero1) Saprebbe individuare (uno o più) problemi principali del suo comune e offrire brevemente alcune soluzioni per risolverli?

Le emergenze di Alghero sono la disoccupazione e la casa. Poi ci sono le urgenze, come l’igiene, il decoro urbano, la sicurezza dei bastioni e il verde pubblico.

Per far fronte a emergenze, urgenze e altre priorità di cui l’amministrazione comunale si dovrà fare carico, serve un piano straordinario a sostegno dell’economia, che permetta il concretizzarsi di condizioni strutturali e infrastrutturali in grado di sostenere un processo di sviluppo basato su azioni concrete e su principi innovativi, a iniziare dalla sostenibilità.

Abbiamo un programma credibile e attuabile per una Grande Alghero.

2) La politica oggi è impopolare ma i sindaci sono gli amministratori più vicini al cittadino: come pensa possano contribuire a far recuperare fiducia nelle istituzioni?

La politica e la pubblica amministrazione devono tornare a essere credibili. Per riuscirci, servono programmi concreti, attuabili e ambiziosi.

Tutte le proposte contenute nel programma che io e il Partito Democratico proponiamo agli algheresi sono realizzabili e proiettano la città verso una dimensione nuova, in cui i processi di sviluppo sono fondati sui bisogni reali della comunità e della città.

Ma se anche dovessimo riuscire a realizzare tuti i nostri obiettivi, niente sarà stato fatto se non saremo capaci di costruire un modello di amministrazione partecipata, efficace e capace di ascoltare.

3) Quali sono i temi programmatici fondamentali su cui punterà per sconfiggere i suoi avversari alle prossime elezioni?

Il nostro orizzonte non si ferma alla vittoria elettorale ma va oltre e punta a definire un processo di sviluppo al quale tutti possono aderire e contribuire.

Lavoriamo alla costruzione di un programma che, andando oltre le promesse elettorali, sappia ripensare la città, creare migliori condizioni per tutti, trasformare le infrastrutture materiali e immateriali, per consentire ad Alghero di riappropriarsi del suo primato in tema di turismo, ospitalità e cultura.

Questa è la condizione necessaria per realizzare il nostro obiettivo principale, che è il piano straordinario per l’economia e il lavoro.

4) Ci dica una cosa positiva e una negativa fatte delle amministrazioni che ha avuto la sua città negli ultimi anni.

Per troppi anni gli interessi e le speculazioni dei gruppi di potere che comandavano la città hanno avuto la precedenza sull’interesse generale e sui bisogni degli algheresi. È stato impedito che si sprigionassero quelle energie positive che permetterebbero ad Alghero di liberarsi dall’immobilismo e riprendere a camminare.

Qualcosa si è mossa. Per esempio, grazie anche al mio contributo da consigliere comunale e assessore provinciale, è stato approvato il Paes, il piano di azioni per la sostenibilità energetica, che delinea lo scenario entro cui realizzare il nostro programma di sviluppo sostenibile.

Enrico Daga
Lista Partito Democratico
Comune di Alghero


Leggi anche