Nell'ultimo mese

Pasqua in Sardegna: boom dell'agriturismo

  • Scritto da Effe_Pi

Campagna di LulaAumentate del 20% le prenotazioni pasquali per questi tipo di strutture, ottimismo anche per l'imminente stagione estiva.

Pasqua non è l'estate, ma è comunque tempo di vacanze, seppur un po' più brevi di quelle estive, e la Sardegna esercita sempre un grande fascino sia per chi ci è nato e vuole tornare che per chi non l'ha mai visitata ed è curioso delle sue straordinarie bellezze, naturali e non. Così, i primi dati sugli arrivi pasquali dicono che nell'isola si è avuto un incremento del 20% nelle prenotazioni degli agriturismi, che in assenza quasi totale di strutture valide ed economiche di altro tipo, sembrano essere sempre più il presente e il futuro dell'accoglienza turistica sarda. Sono infatti tra le migliori strutture per mangiare e per soggiornare in vista di gite all'aria aperta per Pasqua e Pasquetta, con temperature previste oltre i 20 gradi, nonostante qualche nuvola e leggere piogge: i costi contenuti, poi, dai 35 ai 45 euro per persona, in tempi di crisi sono un fattore decisivo per la scelta delle vacanze alla riscoperta della natura e del mangiare genuino.

I clienti che hanno prenotato nelle oltre 800 strutture sarde associate a Terranostra Sardegna (circa 16mila posti letto) sono prevalentemente sardi, ma si registrano diversi arrivi dall'estero,  soprattutto dalla Germania. L'offerta è varia, dal trekking nella natura incontaminata della Barbagia, del Supramonte e dell'Ogliastra agli itinerari storico archeologici del Campidano e dell'oristanese, alle visite alle fattorie didattiche. Leggero ottimismo anche negli hotel a conduzione familiare dove, se non si registra il tutto esaurito e i prezzi sono decisamente più alti (da un minimo di 60 euro per persona con prima colazione), si respira un'aria positiva in vista della stagione estiva. Insomma, se non sarà il bel tempo a riempire le spiagge della Sardegna, è certamente la campagna la protagonista che con i suoi cibi ed i suoi sapori può riservare una vacanza pasquale nelle realtà più autentiche dell'isola.

Leggi anche