Parchi: nasce a Marceddì il primo dedicato alle orchidee

  • Scritto da Effe_Pi

Nella borgata marina del comune di Terralba il primo parco in Italia di questo genere, dedicato interamente a questi fiori selvatici.

Un piccolo parco dedicato alle orchidee selvatiche nascerà all'ingresso di Marceddi', borgata marina di Terralba. "E sarà il primo in Italia del genere", spiega Gabriele Pinna, dirigente della Lipu di Oristano che seguirà il progetto, assieme al Giros, Gruppo di ricerca sulle orchidee selvatiche e all'Asfni, associazione di fotografi naturalisti. Nei giorni scorsi la Giunta regionale della Sardegna ha dato il via libera all'agenzia Laore per trasferire gratuitamente in proprietà al Comune di Terralba il terreno interessato.

LEGGI ANCHE | Capo Spartivento diventa area marina protetta

Ricompreso nel Sic-Sito d'importanza comunitaria 'Stagno di Corru S'Ittiri', è caratterizzato dalla presenza di habitat naturali, specie animali e vegetali. Il Comune intende realizzare nel sito un progetto di valorizzazione ambientale del terreno, rendendolo fruibile a fini didattici e turistici compatibili con la tutela ambientale ed in armonia con gli obiettivi del Piano di gestione del Sic. L'amministrazione di Terralba si farà carico di tutte le operazioni tecniche necessarie, oltre che delle spese, incluse quelle di trasferimento del terreno, esteso circa un ettaro e mezzo.     

“È incoltivato e in quel perimetro sono state censite almeno una dozzina di specie di orchidee selvatiche", spiega Pinna. "Da aprile a giugno è un bellissimo spettacolo con migliaia e migliaia di esemplari". A studiarli è stato in questi anni Franco Sotgiu, del Gruppo di ricerca sulle orchidee selvatiche, uno dei massimi esperti in Sardegna e non solo.  Sotgiu viaggia e fotografa le orchidee in tutta l'isola ed è uno dei principali artefici dell'iniziativa a Marceddi'. "Adesso col Comune di Terralba discuteremo una proposta di convenzione", anticipa Pinna. "Cercheremo la collaborazione delle università, dell'Agenzia Forestas, dell'Orto botanico e d'intesa col Comune daremo vita a una serie di iniziative a scopi didattici e di valorizzazione di questo piccolo ma grande tesoro".

Foto | Sandrine Rouja su Flickr